S’IO FOSSE FOCO…

rifiuti,napoli,legaS’io fosse foco arderei lo mondo.

Ma son solo una “vecchia signora” ampiamente a disagio nel vivere in una società che non riconosco più.

I miei valori son diventati dei disvalori.

La gente non conosce più cortesia, gentilezza, rispetto, umanità e segue chi mostra arroganza e disprezzo.

Ancora una volta alcune dichiarazioni del “senatùr” hanno effetti indesiderati sul mio umore.

Mi riferisco a :

“I rifiuti di Napoli se li tengano. Anche se il presidente della Repubblica, che ha firmato il decreto, ha detto che però non è sufficiente. Vabbè, lui è originario di Napoli, capisco. Però la gente del nord non vuole i rifiuti di Napoli”.

Ed io sarei di parte perché son nata a Venezia? Dovrei quindi star dalla parte dei padani? Di quelli che vanno a riempire l’ampolla alle sorgenti del Po e poi mangiano la carne dell’orso perché rompe le palle a qualche montanaro che gira con le corna sulla testa?

Quegli orsi arrivano dalla Slovenia e quindi son extracomunitari senza rifiuti,napoli,legapassaporto, quindi, dicono, “tutto regolare”. Una battuta, certo, ma ci fosse in embrione il pensiero di banchettare con altra carne senza passaporto?

Questi son fuori di melone!

La natura va rispettata se fa comodo e violata, stuprata, ingannata, uccisa se non lo fa?

La gente del Trentino la conoscevo bene in passato, visto che passavo le mie vacanze in una delle loro valli in un tempo che sembra un secolo fa (e tecnicamente lo è visto che parlo degli anni sessanta più o meno). Gente dal cuore grande e con gran rispetto per quella natura avara ma generosa. Avara perché poco adatta alle esigenze dell’uomo, generosa perché i suoi frutti nascosti nei boschi ancora integri davano cibo e vere e proprie leccornie a chi li rispettava.

Oggi non so più chi siano…

Forse son vittime della dialettica ruspante di gente deteriore.

rifiuti,napoli,legaRitornando alla “monnezza” :

“..il ministro della Semplificazione normativa, Roberto Calderoli, si dice “disponibile ad andare a fare il commissario per l’immondizia a Napoli se comune, provincia e Stato me lo chiedono” tanto, spiega in una intervista a Repubblica, “tutto quello che dovevo fare nella vita l’ho fatto e anche se mi ammazzano non ho problemi“.(n.d.r. : Figurati se li ho  io!) “Però – avverte il leghista – sappiano che a Napoli ci vado armato e non porgo l’altra guancia. Vado lì e faccio i buchi, faccio i termovalorizzatori. Punto. Se poi arriva la camorra e spara, sparo anche io. Vediamo chi resta in piedi. E se non riesco a fare i termovalorizzatori tiro fuori il lanciafiamme così libero le strade”.

E avveleni quella gente che ti sta chiaramente sullo stomaco, così risolvi due problemi in una botta!

Poi…Fare i buchi? A Napoli? Una città costruita sul tufo e sulla pozzolana delle eruzioni? Tufo già abbondantemente “bucato” a partire dai greci (III sec. a.C.) che “se lo fregavano” per farci i loro templi. Mo’ arriva il padano a metterci il carico da undici!

Ma questo è proprio strafatto! Il tanfo che esce dalla sua bocca ammorba l’aria!

Nord, Sud, Isole… L’Italia è un condominio litigioso. Il vessillo del federalismo, dell’identità territoriale, sono come quegli stuoini messi davanti alla porta che invitano a “pulirsi le scarpe prima di entrare”.

E c’è il condomino che lo fa e quello che lo ignora, magari per dispetto. Ed allora si litiga.

Mi torna in mente un “fatterello” di gioventù.

Abitavamo al primo piano di un condominio di Roma e la signora del piano rifiuti,napoli,legasuperiore annaffiava le piante sul suo terrazzo senza riguardo alcuno per il terrazzo inferiore. Un giorno la mia mamma dovette dissuadermi dal presentarmi alla porta della coinquilina con un secchio d’acqua in mano pronta a “restituirle l’acqua” non appena avesse aperto la porta dicendole :”Signora le è caduta questa e gliel’ho riportata su”.

Sai che bello se i rifiuti del nord dispersi nel sud tornassero al luogo di produzione.  

(“MONNEZZA CITY” TRA VELENI E AFFARI DEL NORD Viaggio a Giugliano, dove la terra accoglie i rifiuti settentrionali – Da “Il Fatto Quotidiano” di Giovedì 7 luglio 2011 pagina 9)

Storie di vita e di giovinezza.

Il problema dei rifiuti (Un riassunto di Report nel video)

 

S’IO FOSSE FOCO…ultima modifica: 2011-07-07T17:11:00+02:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “S’IO FOSSE FOCO…

  1. Ciao Serenity e buona serata. Se può consolarti, sappi che anche quelli che ancora non si definiscono “vecchi signori”, magari perché hanno superato da poco il mezzo secolo, si sentono a disagio… quindi, non è una questione di “età” ma, appunto, di quei valori che, oggi, temi siano diventati disvalori.

    La gente, mi sembra come tanti cani ammalati di “rabbia”… purtroppo, non la indirizzano nella direzione che dovrebbero, e guarda che fine stiamo facendo, ma verso i propri simili, in una guerra tra poveri che è vergognosa!

    Del tutto, approfittano quei politicanti che tu hai citato, becere figure che ben rappresentano la becera società che sentiamo di vivere!

  2. Io ho soltanto vent’anni e il disgusto lo provo lo stesso, forse perché sono stata cresciuta in un certo modo e per questo non mi riconosco in questo mondo al contrario dove i valori sono talmente rari da fare di una persona che li porta avanti solo un’eccezione.

  3. E’ vero, non è una questione di età. Il rispetto lo conoscevo anche quando ero un ragazzo (eh… i mitici anni 60 e 70…), e se cercavo di rispettare il prossimo era perché mio padre e mia madre me lo avevano insegnato. Ti dice qualcosa questo? Un saluto…

  4. Va abbastanza bene, tutto sommato. Da due giorni lavoriamo di nuovo entrambi, che non è poco di questi tempi, e anche se i suoi nuovi orari imporranno ulteriori sacrifici (e la rinuncia alle vacanze)… va bene così.

    Un abbraccio.
    🙂

  5. Ciao Anna

    Sul ministro e i suoi sodali…loro come spazzatura non hanno niente da invidiare alla monnezza di Napoli, anzi, sono come i rifiuti tossici e vanno messi direttamente nell’inceneritore.

    Sulla maleducazione…mi associo a Sergio, il rispetto per l’essere umano e l’ambiente che lo contiene e mantiene lo assorbi con il poppatoio e se lo hai lo trasmetti, diversamente…questi sono i risultati, un manipolo di ignoranti e truffatori che stanno trasmettendo messaggi dal contenuto chiaro, rubate, battete, intrallazzate e sarete vincenti.

    Buona serata amica mia ;-))

  6. Ciao Anna… mi spiace saperti “attapirata” (un termine in voga, tanto per sdrammatizzare!!!) Però, sono andato a vedere il tuo “pensiero stupendo” suggerito a Tina! Veramente magnifico! Magari, ci riusciamo il 10 e 11 settembre!! Forse ci faccio un post perché quello spezzone finale del film “V come Vendetta” fa veramente sognare!!!

    Ciao Anna, buon proseguimento di fine settimana!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *