TEORIA SULL’EVOLUZIONE

Molti anni fa ho scritto un racconto (pubblicato sulla rivista “CnS” ) che spiegava, con parole semplici e molta fantasia (anche se scientificamente corretta), la nascita dall’universo della vita, dal titolo ovvio : “… E così.. Nacque la vita !! …” Il racconto terminava con queste parole : …“Ma il gioco più bello lo inventarono proprio gli atomi di carbonio, … Continua a leggere

5 Kg MILLE LIRE

“Molti anni fa” al mercato rionale vidi una piramide di mele con due cartelli, a sinistra ed in alto  uno più evidente con scritto “5 Kg 1000 lire” e a destra in basso l’altro “200 lire al Kg”. Stupita chiesi la motivazione della duplicità, nel caso ci fossero differenze di qualità a me non evidenti. La risposta fu che erano … Continua a leggere

D’ANNATA CULTURA !

In questi giorni ho trovato su “Il Fatto Quotidiano” un “Bestiario della maturità” che riporta alcune risposte date durante gli esami. Mi sono tornate alla mente le chicche da me raccolte sia durante gli esami che nelle mie lunghe giornate tra i banchi. Ho cercato l’agenda nella quale, in tempi lontani, ho appuntato alcune “perle” e sono ritornata a quel … Continua a leggere

NON HO PIU’ PAROLE

PUBBLICATO IL 16 OTTOBRE 2008…  NON SO CHE DIRE DI NUOVO… Ieri sera guardavo uno dei programmi televisivi, e dallo schermo un adolescente arrogante ed incolto raccontava con orgoglio la sua vita di piccolo ignorante parassita . – “ .. Sti exstracommunitari ce rubbeno er lavoro! Vengheno quà pè rubbarce er lavoro. Se ne devono da annà! A casa loro! Nun … Continua a leggere

GIURO CHE CI HO PROVATO !

Giuro che ho provato più volte ad ascoltare la “Lezio Magistralis” del Dicuius sulla buona scuola, ma non ci sono riuscita. A vari intervalli di tempo ho dovuto interrompere la visione per sopravvenuto attacco di nausea. E’ palese la preparazione di un set ad hoc basato su stereotipi di antica memoria atti alla rassicurazione del pubblico. Lo sfondo della biblioteca … Continua a leggere

VASSALLI E VALVASSORI

La situazione politico-sociale attuale ha risvegliato in me ricordi di quella cultura storica liceale che avevo messo in un cassetto, privilegiando la scienza in tutti i suoi aspetti. Sono andata a rinfrescare le mie nozioni e ho trovato interessanti similitudini con l’odierno. “Tra IX e X secolo l’Europa, che aveva conosciuto un momento di prosperità durante la nascita dell’Impero carolingio, … Continua a leggere

IL DONO DELLA STUPIDITA’

Mai come di questi tempi certe considerazioni sono inoppugnabili. Lo scritto ha la data del Novembre 2008, ma le frustrazioni della mia (e di molti altri) esistenza mi spingono a renderle nuovamente di dominio pubblico in cerca di una smentita.  Il dono della stupidità. L’unico significato vero di intelligenza è strettamente legato alla capacità di prevedere correttamente le conseguenze di un’azione o … Continua a leggere

SPERO, PROMITTO ET JURO

 “Spero, promitto et juro vogliono l’infinito futuro”. Dai miei ormai lontani ricordi di scuola è venuta a galla questa regola del latino perché, a questo punto, l’Italia sta affogando in questi tre verbi profferiti ad ogni istante per dimostrare buona volontà, lena e coraggio ed infondere fiducia…si, fiducia… Ma quale fiducia è ormai più possibile se anche a livello della lingua dei nostri “padri” … Continua a leggere

ERA MEGLIO MORIRE DA PICCOLI

“Era meglio morire da piccoli, con i peli del c… a batuffoli, che morire da grandi soldati, con i peli del c… bruciati..” (queste erano le parole che accompagnavano la marcia dell’esercito del Regno Unito di Gran Bretagna verso Boston e da un po’ mi frullano nel cervello.) Ascoltavo, in realtà senza volerlo, una delle solite onorevoli (si fa per dire..) presenzialiste … Continua a leggere

IL FULCRO DEL PROBLEMA

Il problema  che emerge più evidente nel momento attuale è che l’italiano medio è talmente concentrato su se stesso, sui propri desideri e necessità, da non accorgersi nemmeno di chi gli sta attorno. Il “prossimo tuo” ormai sta diventando solo una formuletta della dottrina cristiana il cui significato è diventato : “solo quelli che fanno qualcosa che ti serve o … Continua a leggere

LADRI..

“Ladri”  disse l’oratore e l’emiciclo insorse visibilmente e violentemente offeso per l’accusa. Una reazione talmente furiosa da far sospettare che le critiche rivolte fossero arrivate al segno e la sola possibilità di mascherarle fosse l’indignazione per il termine più che per il delitto. Ormai si parla solo con grida e insulti per nascondere  ogni verità scomoda. E di cose scomode per … Continua a leggere

PENSIERO LIBERO… PER ORA

In questo periodo mi sento spesso di appartenere ad una specie in via d’estinzione, e neppure salvaguardata. Se lascio il pensiero libero di vagare riconosco solo improperi d’una volgarità inconcepibile per la mia educazione piccolo borghese. Riferimenti indirizzati alla classe politica, gratificati di similitudine con escrementi (e annessa scusa agli escrementi, utilissima anzi indispensabile conclusione del ciclo digestivo), o con … Continua a leggere

UN MONDO DIVERSO

Tra poco ricominciano le lezioni nelle scuole nel caos più completo. La “nuova didattica”, dettata da soloni che non capiscono un tubo di cosa sia il vero insegnamento, basata su ipotesi psico-intellettive, inapplicabili indifferentemente agli individui “studente” data la varietà di personalità e sviluppo emotivo, e debitamente sottomessa a logiche di tipo imprenditoriale che sono disinteressate alle vere necessità della … Continua a leggere

COME SPAZZATURA

Mi guardo allo specchio e vedo un essere umano con gli occhi pieni di tristezza. Non vedo una donna, ma una mamma, una figlia, una compagna di vita, un agglomerato di sentimenti e fragilità, forza e debolezza, desiderio di esistere e di sparire, cioè un essere vivente come tutti gli altri. Come tutte le donne del mondo. Come tutti gli … Continua a leggere

SONO DIVENTATA INTOLLERANTE

Si, sono diventata profondamente intollerante, anzi direi quasi razzista, nei confronti di chi continua a difendere i comportamenti  aberranti della gente, specialmente se “personalità pubbliche”, con un fondo sospetto di ammirazione per la fantasia delinquenziale con cui vengono perpetrate, o per personale interesse. La profonda mancanza di rispetto sia per l’intelligenza altrui, che per le difficoltà affrontate dagli altri nella vita … Continua a leggere

IL PROF.CIPOLLA LI CHIAMA BANDITI

Nel suo meraviglioso “LE LEGGI FONDAMENTALI DELLA STUPIDITA’ UMANA” Carlo M. Cipolla, Professore Emerito di storia Economica a Berkeley, espone la sua teoria elencando le 5 leggi fondamentali della stupidità umana e poi spiega come riconoscere tramite un diagramma intuitivo le quattro categorie principali  dell’umanità che divide in: – Disgraziato (Sfortunato): chi con la sua azione tende a causare danno … Continua a leggere

IL SIGNIFICATO

Ho rivisto in tv il film “Anna dei miracoli” nel quale è rappresentata la lotta per far comprendere ad una bimba cieca e sorda come ad ogni parola compitata corrisponda un oggetto. Già. Ogni parola ha un significato, ma non sempre è univoco. Ricordo che ho imparato il significato del termine “fascista” usato come invettiva quando, nell’aula magna della facoltà … Continua a leggere

HO VISTO SEI PAPI

Ho visto sei papi ed ora aspetto il settimo. Quando sono nata, in Vaticano c’era Pio XII. Ho assistito per la prima volta al rito del conclave quando è stato eletto Giovanni XXIII, il “papa buono”. In seguito ci sono stati Paolo VI, il papa dallo sguardo severo, poi Giovanni Paolo I, il papa che regnò solo poco più di un mese … Continua a leggere

MI ARRENDO!

Basta, ho deciso di arrendermi. Sono giorni che osservo il mondo che mi gira intorno e che non riconosco. La pazzia si è diffusa come un’epidemia e le azioni della gente sono solo reazioni “uguali ma contrarie” ad azioni folli altrui. Il vecchio e caro “buonsenso” sembra sepolto nella brughiera gelata dell’interesse personale. La gente, alle recenti elezioni, ha scelto … Continua a leggere

SERVIZI AI CITTADINI

In questo scorcio d’inverno, tra i fiocchi di neve ed il cielo d’un grigio che mette tristezza, mi son trovata a dover prenotare per telefono una visita specialistica presso l’ospedale. Con la pazienza della depressione ho contattato il “centro prenotazioni” e, dopo due tentativi risultati con linea occupata, è partita la voce registrata : “ Siete collegati con il …. … Continua a leggere

IL GATTO CHE ASSALE

Twit, app, itunes, ipad, @ varie , girando in internet e leggendo i giornali mi pare di “uscire pazza”. Per fortuna son nata tanti anni fa e ho imparato a leggere sui libri, quelli fatti di carta, pieni di parole difficili come “scalpitare” o “fulgido” o “digrigno” il cui significato desumevo dal contesto. Ora applico la stessa esperienza per aggirare gli … Continua a leggere

CERVELLI SCOLLEGATI

Sta dilagando la sindrome da “cervello scollegato” in questa elegia di promesse da marinaio che si chiama campagna elettorale. Ad ogni piè sospinto compare qualcuno che dispensa saggezza a pieni polmoni, convinto della propria superiorità intellettuale, sicuro d’aver una quasi infallibilità divina nel decifrare ogni problema e porgerne la soluzione ideale. Lo scibile umano è solo una parte della conoscenza … Continua a leggere

SCEMO E PIU’ SCEMO!

La giornata è iniziata con una “perla” in una pubblicità televisiva. Parlavano di padelle. Un dimostratore aveva messo a cuocere  della frutta (pesche probabilmente) a spicchi in una di esse ed ha aggiunto un eccesso di cognac  per un flambé che ha fatto una bellissima fiammata spettacolarmente alta. Tra gridolini vari il “cuoco” si è vantato che neppure una fiamma … Continua a leggere

SPETTACOLO IMBARAZZANTE

L’ultima esibizione del “nonnetto” impettito e borioso nell’arena di “Servizio Pubblico” è stato un momento di spettacolo imbarazzante. Non sono certo una fan di quel pessimo esemplare umano, per la sua moralità praticamente declassata ad istinto predatorio e per la sua incredibile capacità di risvegliare negli altri le più becere  inclinazioni a delinquere, ma… assistere al suo “elogio dell’Io” incapace … Continua a leggere

NON E’ CAMBIATO NULLA

Il mondo doveva finire il 21 dicembre, a parere dei Maya interpretati secondo le logiche d’oggi. Invece nulla è cambiato. Il solito pirla, salito sulle sedie delle tv per farsi notare, continua a spararle grosse cercando di “intortare” la gente per poter continuare a farsi i fatti suoi. “S’odon a destra più squilli di tromba e a sinistra rispondon più … Continua a leggere

LA FINE DEL MONDO

– “Se il mondo finisse il 21 dicembre il 20 tu che faresti?” – “Ringrazierei per tutto il giorno la sorte perché finalmente mi libera di tutta questa massa di microcerebrati ladri e arraffoni, sperando di andare per l’universo a cercare di aggregare i miei atomi a qualcosa di migliore di quello che questa volta mi è capitato!!” Dialogo assurdo, ma … Continua a leggere

NON DICO COSA VI TAGLIEREI

Tagli ai comuni? Niente pulmino e niente mensa per i bimbi. Tagli alle provincie? Niente riscaldamento alle scuole. Tagli alle regioni? Niente assistenza ai più deboli, malati e non. Ogni giorno una nuova “uscita” ricattatoria da parte di quella massa di mangiapaneatradimento che non vuole rinunciare neppure ad un quattrino di quanto incamera dei soldi pubblici in emolumenti, rimborsi, gettoni … Continua a leggere

PIANTI AL TELEFONO

Dopo l’inizio della scuola ogni tanto mi squilla il cellulare e dall’altra parte dell’ètere mi arriva una voce a me ben nota che mi apostrofa come “mamma di…” e mi incarica di una “missione” che in passato svolgeva la mia mamma, quella di consolare un “pulcino” disperato. – Prontooo…? Mamma di Sara?  Sara non vuole fare la pipì prima di … Continua a leggere

IL TRIONFO DELL’OTTUSITA’

Vogliamo chiamarla “ottusità” o “imbecillità” o “egocentrismo idiota” o altra definizione capace di stigmatizzare in un solo motto l’incapacità di valutare le conseguenze dei propri atti. Seguo passivamente i notiziari e, sempre passivamente, leggo i titoli dei giornali online, ma talvolta scatta la molla del disgusto o della rabbia che conduce ad un colorito turpiloquio, come nel caso del “Celeste” … Continua a leggere

“Chi non sa mangia mosche”

La saggezza popolare ha fissato in una massima lo sport preferito dei “potenti” e dei “saccenti” che ci circondano, l’inflazionato “non si deve render pubblico”. Non è importante quello che vien fatto, ma quello che gli altri vengono a sapere. Non ha valore l’azione, ma l’informazione al pubblico. Ci sono dei momenti in cui nel sentir parlare “i soliti noti” … Continua a leggere