PUZZA DI ZOLFO!

lilly1.jpgNon c’è spiegazione razionale che possa giustificare il dilagare della barbarie morale ed intellettuale che riporta indietro nel tempo la civiltà conquistata negli anni.

Se fossimo in altre epoche sarebbe facile dire che è tutta colpa del “maligno” e far partire una crociata di liberazione da questa sorta d’influenza demoniaca sulla società odierna.

Basterebbe un novello “Giordano Bruno” ad indicare, con l’indice teso, tutti quelli definibili come comportamenti demoniaci, ed una nuova “santa inquisizione” brucerebbe le streghe su moderni roghi tecnologici (magari con recupero degli inquinanti e telecamere in mondovisione).

 (A tal proposito c’è stato chi ha attribuito ad una sorta di “repulisti” della bontà divina la catastrofe avvenuta in Giappone, il problema è che si tratta di una personalità di rango nel Consiglio Nazionale delle Ricerche, non di uno qualsiasi). 

Sembra veramente che uno spirito infernale stia prendendo possesso dell’umanità, risvegliando quegli istinti arcaici di aggressività che hanno permesso la sopravvivenza nella preistoria.

  • Follia in Inghilterra   Teppisti pestano bimba di 4 anni  –  Circa 15 teppisti adolescenti l’hanno picchiata con un mattone mentre era seduta sul seggiolino della sua auto. Tutto è successo perché il padre della bambina ha chiesto al gruppo di bulli di smetterla di tirare pallonate alle automobili.

Ormai la reazione violenta è sdoganata. Mi guardi storto? E io ti riempio di botte!

Succedeva anche in passato, ma la reazione pubblica era ben diversa.

La caduta dei freni inibitori per l’esempio negativo ampiamente diffuso da tutti i mezzi di comunicazione, la scomparsa della micro cellula sociale che era “la famiglia”, con nonni autorevoli che vigilavano su figli, nipoti e pronipoti, che trasmettevano valori e tradizioni, e mettevano in discussione i nuovi comportamenti così da permetterne una correzione positiva, sta portando all’involuzione della specie.

Ormai l’anziano per molti giovani è diventato solo un “bancomat” o una seccatura.

La famiglia si è talmente dispersa o spesso “allargata” che non si comprende più come funzioni.

I genitori passano da autoritari a deboli senza raggiungere mai l’autorevolezza, cioè quella forza morale che impone i limiti senza minacce e ottiene il rispetto senza obbligo.

E la società rappresentata da chi viene eletto in parlamento e che dovrebbe essere “la crème” della collettività … dà l’esempio

  • L’onorevole (sic!) Ceroni picchia la moglie  facendole, tra l’altro, un occhio nero (ematoma orbitario)(referto su “il Fatto Quotidiano” del 24/04/2011)

Sui quotidiani ne nasce una sottospecie di gag:

– Esce la notizia dei maltrattamenti familiari in seguito all’esplosione alla ribalta del “di cui” con la proposta di cambiare l’art.1 della costituzione trasformandolo in un “chi ha in mano il potere fa come caz…gli pare!”.

– Un giornalista chiede conferma dell’accaduto alla moglie del parlamentare. Ne ottiene una risposta ovvia : “Non è vero.”

Ma Tu ! Supponente ed arrogante ammasso di C,H,N e metalli messi a caso che t’aspettavi che rispondesse una donna succube di un imbecille troglodita  manesco e violento? Se non che non è vero, pena nuova scarica di botte!!

– Ma il meglio lo ha dato in seguito lo stesso “marito” con l’affermazione : “Non sono stato io, ma mio padre, che tra l’altro ora è morto, perché gli aveva mancato di rispetto”!

Quindi è più che giusto in tale situazione avere una reazione violenta tale da mandare la donna all’ospedale!

Su questa linea io sarei autorizzata alla violenza fisica più becera nei confronti di tutti quei parlamentari che mi stanno mancando profondamente di rispetto sia come donna che come cittadina che come insegnante! Sinceramente lo faccio spesso nelle mie “sfrenate fantasie”.

Ancora una volta la violenza è la reazione di chi non ha altri mezzi di persuasione, di chi non è capace di usare se non la parte del cervello che domina gli istinti, privo completamente della funzionalità della ragione.

Il dominio sta nell’infondere paura.  E la dimostrazione del dominio è nel possesso sessuale.

Lo stupro è la dispregiativa forma di dominanza di esseri indegni di appartenere pur anche al mondo animale.cleo1.JPG

Mi sento offesa ad appartenere alla specie umana che annovera tali aberranti esemplari. Preferisco la specie animale, più morale e civile di loro!

PUZZA DI ZOLFO!ultima modifica: 2011-05-01T23:36:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “PUZZA DI ZOLFO!

  1. Ciao Anna e buona serata. Ma, infatti, io mi tengo molto alla lontana dalla “specie umana”. Milioni di anni luce, come direbbe Tina!! Tu indichi la moralità e la civiltà come “princìpi” cardine di una società che, invece, ha basato i suoi valori su ben altro. Ritengo addirittura scontato ricordare come già Fromm, attraverso il suo “Avere o Essere”, abbia non solo dimostrato la differenza tra i due modi essenziali di vivere ma anche preannunciato lo sfascio delle civiltà “moderne” che, da sempre, si sviluppano sul princìpio di “avere”. Tutto questo, ha un “costo” perché si ripercuote sul carattere dell’individuo, nei rapporti con gli altri, perfino nell’atteggiamento politico e religioso! E’ stato Fromm a dimostrare come l’uomo che ha fatto una ben precisa scelta, avere e non essere, sia preda di alienazioni, depressioni, isolamento, angoscia e istinti distruttivi. Altro che il “maligno”!!!

    Abbiamo costruito una società sul possesso, sull’egoismo, sullo spreco e sulla violenza. Meglio allontanarci “a cento milioni di anni luce” dalla stessa!!!

  2. Volevo commentare sul tuo ultimo post, ma non ci son riuscito.. sarà dura cambiare questo sistema ma solo il popolo unito può farlo.. credi che ce la faremO? io lo spero
    ciao compagna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*