PENSIERO LIBERO… PER ORA

politica,valori,pensieriIn questo periodo mi sento spesso di appartenere ad una specie in via d’estinzione, e neppure salvaguardata.

Se lascio il pensiero libero di vagare riconosco solo improperi d’una volgarità inconcepibile per la mia educazione piccolo borghese.

Riferimenti indirizzati alla classe politica, gratificati di similitudine con escrementi (e annessa scusa agli escrementi, utilissima anzi indispensabile conclusione del ciclo digestivo), o con organi sessuali inapprezzabili se posizionati a livello di intelletto.

Il riferimento ai comportamenti poco onesti delle madri è quasi un apprezzamento, anche perché ormai l’uso o l’abuso del sesso come merce è più diffuso nella società che si definisce “buona” che sulle strade trafficate.

Ma quello che mi lascia interdetta è come reazioni logiche scontate ad affermazioni evidentemente idiote, destino stupore, sia esso vero o falso non so, in tanta gente.

Colpa forse dell’innamoramento di se stessi che prevale nella società d’oggi.

Ed assisto ad un fiorire di egocentrici in ogni spazio offerto dai media, più  numerosi delle mosche su di una m… e fastidiosi come le zanzare in una sera d’estate.

Non c’è di meglio, poi, che il trionfo della mediocrità di chi si abbarbica nella difesa d’altrui, pur se indifendibile, nell’intento di emergere come “io”.

La versione moderna dell’idolatria è sublimata nella canzoncina “.. meno male che .. c’è..”. Che idiozia! E se non ci fosse? Ci sarebbe un’altra persona che avrebbe compiuto scelte diverse con conseguenze ovviamente differenti… migliori o peggiori chissà…

L’esaltazione di una personalità ormai provatamente indegna di essere d’esempio alla società civile è il massimo dell’aberrazione. Fermo restando che per me è inconcepibile la celebrazione… il massimo che accetto è l’ammirazione.

Ma lo sprofondo degli intelletti nel precipizio dell’ignoranza sembra non avere fine, e giorno dopo giorno spuntan come funghi affermazioni a tal punto idiote (video) da rendere irreale l’ipotesi che qualcuno ci caschi.

Ma chi ci casca di sicuro c’è, cieco di fronte al fatto che la fonte sia legata da patti di reciproca sopravvivenza, o, ancor meglio, in accordo con l’ammissione della superiorità di certi individui, non più per dono di stirpe, ma per indubbi meriti truffaldini dei quali vantano l’efficacia.

Ormai siamo ostaggio di giochi di potere sordidamente studiati non più in antri bui, ma modernizzati nel “a porte chiuse”, tra pochi eletti privi di ogni scrupolo morale, che presentano poi alla gente, piccola e stupida gente, la loro visione della realtà e la impongono con il ricatto delle promesse, che poi si riveleranno tutt’altro che utili a chi non sia come loro.

politica,valori,pensieri

Io non sono arrabbiata con costoro, o non solo, ma con tutti quelli che ancora accettano di entrare nel comitato di sostegno dell’indifendibile, che accettano la disonestà e lottano contro l’onestà, che portano avanti tesi e antitesi a seconda del loro piccolo tornaconto.

Sono nauseata davanti all’ingiustizia sociale a cui stanno condannando la gente pur di non rinunciare ad alcun privilegio. E sono sempre i più deboli (video) a pagarne il conto.

E sono adirata, anzi furiosamente rabbiosa, per la continua constatazione di quanto sia più importante l’estenuante discussione dei “nobili” di turno in tv su temi banali , indirizzati alla platea della “plebe raggirabile”, per dimostrare con il gioco delle tre carte che “loro e i loro sodali”  sono vergini e martiri, più rilevante  del sangue e delle lacrime di tanti, massacrati sull’altare dell’interesse personale, per pura avarizia e avidità.

Basta! Non è la stupidità umana ad essere infinita, ma l’arroganza e l’egoismo.

P.S.

L’inizio dell’anno scolastico ha portato agli onori della cronaca la solita vagonata di idiozie. Siamo sempre alle solite premesse-promesse come si può evincere da post scritti e pubblicati in passato, come ad esempio:  Una presa per i …fondelli (2007); E finiamola! (2007); Studenti in piazza (2007); L’arroganza e la stupidità…(2008); Classi e classi (2008); Che scuola hanno frequentato (2008); Mangiano pane e volpe..(2008); A Gelmì ma che c… dici (2009); Scuola riformata… (2010)…e così via….

 

 

PENSIERO LIBERO… PER ORAultima modifica: 2013-09-19T19:24:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “PENSIERO LIBERO… PER ORA

  1. Insomma, sorelle siamesi noi due ;-))Ciao Annami sono rifiutata di ascoltare il messaggio del “pregiudicato”, ho cambiato canale a ogni accenno e alla fine per non spaccare il televisore ho spento.Mi sono tenuta alla larga dalla rete, dai giornali e dai TG, anche il blog è rimasto fermo.Inverto la tua constatazione:Se invece di stare ad ascoltare gli arroganti e le mezze calzette che imperversano nei contenitori televisi la gente spegnesse andando a fare una passeggiata, quanto durerebbero?Buon pomeriggio AnnaTina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*