IL PROF.CIPOLLA LI CHIAMA BANDITI

carlo cipolla,stupidità,bandito,governo,crisi,giochi di potereNel suo meraviglioso “LE LEGGI FONDAMENTALI DELLA STUPIDITA’ UMANA” Carlo M. Cipolla, Professore Emerito di storia Economica a Berkeley, espone la sua teoria elencando le 5 leggi fondamentali della stupidità umana e poi spiega come riconoscere tramite un diagramma intuitivo le quattro categorie principali  dell’umanità che divide in:


Disgraziato (Sfortunato): chi con la sua azione tende a causare danno a sé stesso, ma crea anche vantaggio a qualcun altro

Intelligente: chi con la sua azione tende a creare vantaggio per sé stesso, ma crea anche vantaggio a qualcun altro

Bandito: chi con la sua azione tende a creare vantaggio per sé stesso, ma allo stesso tempo danneggia qualcun altro

Stupido:  chi causa un danno ad un altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita

 (clik su foto per ingrandire)carlo cipolla,stupidità,bandito,governo,crisi,giochi di potere

In questi giorni ho avuto modo di constatare quanto questa teoria sia inoppugnabile e quanti siano gli appartenenti alle due ultime classi.

La stupidità ha caratteristiche decisamente virali, (5 leggi fondamentali) ed è molto pericolosa perché sono proprio gli stupidi il cibo che ingrassa i demagoghi.

Gli stupidi quando hanno potere, fanno maggior danno di altri.

E la parte “banditica” del mondo politico lo sta dimostrando mantenendone alta la percentuale al potere, perché gli stupidi non capiscono la logica dei “banditi” dunque l’appoggiano o non la contrastano, mentre le persone ragionevoli la potrebbero ostacolare.

carlo cipolla,stupidità,bandito,governo,crisi,giochi di potereCosì un manipolo di banditi, contornato da una coorte di stupidi, prende il comando della situazione, sorprendendo con l’irrazionalità gli intelligenti che non riescono ad organizzare una difesa perché hanno un cervello logico e raziocinante.

E l’Italia piange.

E i banditi eleggono un ottantasettenne alla più alta carica tra gli applausi e le òle degli stupidi, e lo stupore degli intelligenti disorientati dalla bocciatura di altre figure di alto profilo.

L’età avanzata non è sicuramente garanzia di saggezza ed indipendenza, ma piuttosto di irritabilità, insofferenza e sopravalutazione delle proprie opinioni ed idee. Ne è ben conscio chiunque abbia a che fare con un ultraottantenne.

Il problema è che a quell’età un sessantenne è solo un pivellino spesso ineducato ed irrispettoso, figurarsi chi ha un’età inferiore.

D’altro canto non è difficile ammaliare un anziano, basta conoscerne le debolezze e farle giocare a proprio favore. E questo senza “lasciar tracce” o sospetti nel soggetto.

I banditi son maestri nel campo e la fan da padroni imponendo i loro percorsi.

Al punto d’arrivo, quando il gioco diviene manifesto, gli stupidi applaudono con fervore  assieme ai banditi, ma senza colpevoli palesi se non per i sorrisi a tutta dentiera dei banditi soddisfatti del risultato del loro lavoro sotterraneo.carlo cipolla,stupidità,bandito,governo,crisi,giochi di potere

Ancora una volta l’intelligenza si dimostra senza difese perché :

“In un paese in declino, la percentuale di individui stupidi è sempre uguale; tuttavia, nella restante popolazione, si nota, specialmente tra gli individui al potere, un’allarmante proliferazione di banditi con un’alta percentuale di stupidità  e, fra quelli non al potere, una ugualmente allarmante crescita del numero degli sprovveduti. Tale cambiamento nella composizione della popolazione dei non stupidi, rafforza inevitabilmente il potere distruttivo della frazione a degli stupidi e porta il Paese alla rovina.”(C.Cipolla)

Come disse Schiller : «..contro la stupidità gli stessi Dei combattono invano».” 

E come disse Einstein: (clik su foto per ingrandire)

carlo cipolla,stupidità,bandito,governo,crisi,giochi di potere

 

 

IL PROF.CIPOLLA LI CHIAMA BANDITIultima modifica: 2013-04-24T19:24:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “IL PROF.CIPOLLA LI CHIAMA BANDITI

  1. Cara sorella aggiugerei una 6° categoria quella degli ignavi, non stupidi, non banditi, ne intelligenti, ne disgraziati, ma esseri alla deriva fuori dalla realtà il cui contenuto della scatola cranica, analizzato, risulterebbe un ammasso neuronico primordiale caraterizzato dai bisogni primari: pappa, cacca, nanna sesso e telefonino ultima generazione, con qualche rara evoluzione di interesse verso forme sferiche rotolanti da rincorrere e prendere a calci e/o rettangoli piatti dove appaiono forme in movimento e blateranti cose incomprensibili da guardare con espressione tipo troll.
    Baci

  2. Sono convinto che per essere “partigiani” non è necessario imbracciare un fucile. Anche le parole, se ben calibrate, sono proiettili! Qua, ce n’è a mitraglia!

    Ciao Anna e buona serata. Condivido ogni parola di questa tua disamina su quello che è il sempre più disgustoso mondo della nostra politica e giacché non conoscevo Carlo Cipolla, mi sono scaricato questo breve saggio di cui hai fornito il link, per leggerlo con attenzione. Prevedo ci saranno parecchi spunti di riflessione!

    Per completezza, mi sento di condividere anche la proposta di Renata che fa una perfetta descrizione degli ignavi, altra categoria di individui che appesta la nostra società.

    Per il resto, mi sento di dirti solamente che occorre “resistere”. I tempi sono difficili e prevedo saranno anche peggio. Anche io, da tempo, sono assillato da problemi familiari e non solo. Per questo sono meno presente anche in rete. Finirà anche quest’epoca buia in un modo o nell’altro e quando rivedremo la luce, io voglio esserci! Solo per questo e con questa speranza, resisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*