MANCO MORI’ SE PO’!


funerali,costi,crisi,morte
Parlando di funerali (allegria! In fondo un anno sta morendo no?) sono venuta a sapere che:

“…il cuscino di fiori sulla bara costa 400€, una corona 280€ e in più c’è il costo della bara a partire da 2000 €… Poi ci sono costi aggiuntivi di pratiche varie, religiose e non, senza parlare del “posto al cimitero”! ”.

L’unico pensiero è stato :

Emmò, manco morì se po’!!

 

Poi la conversazione:

Una fossetta nel giardino e via?”

N’se po’ fa!

Abbruciateme così faccio pure calore e poi buttate la cenere ner cesso?

N’se po’ fa!

“...niente fiori, ma opere di bene..”

Questo se po’ fa..

…“ ..e na cassapanca dell’IKEA pe’ bara!

N’se po’ fa!

Fancu…! ‘N’se po’ manco morì co ‘sti chiari de luna si nun c’hai li quatrini!

L’idea del congelatore in cantina, cara a tanti telefilm, non è poi tanto da scartare!

In quest’ottica mi son chiesta quanto sia costato  “il funerale del “caro leader” della Corea del Nord”. Tutta quella gente piangente mi ha ricordato le donne pagate per piangere urlare e persino strapparsi i capelli ai funerali. Anche questo pesa sui costi di un funerale, ma in quel paese probabilmente il prezzo l’ha pagato chi non piangeva.

funerali,costi, crisi, morte

Per una come me che pensa che la morte sia la fine della vita e basta, che i rituali servano solo a chi resta per sentire meno il distacco, o per un’immagine sociale è un vero spreco di danaro, che arricchisce i “cassamortari” e rimpingua le finanze del comune.

A questo punto ho deciso di rimandare la mia dipartita a quando non troverò una soluzione al problema costi, sempre favorevole comunque al  riciclo dei pezzi ancora funzionanti, cioè cervello escluso!

MANCO MORI’ SE PO’!ultima modifica: 2011-12-30T17:39:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “MANCO MORI’ SE PO’!

  1. Allegria , davvero ! E , parlando di soldi funerari , mesi fa ho rinnovato la concessione trentennale di un ossario dove sono i Resti dei miei genitori nel cimitero di Staglieno . Trenta anni fa , la spesa era stata di 50.000 lire : il rinnovo attuale mi è costato 300,00 euro . Ho chiesto al funzionario che sbrigava la pratica se il suo stipendio era aumentato in proporzione e si è messo a ridere . Sui tuoi commenti ai miei post , che dirti ? La manderei volentieri a quel ( suo ) paese la nuorina , ma mi perderei del tutto il figlio e anche il nipotino , così faccio finta di niente . Anche per tener buona la mia figlietta . Riguardo a tua figlia , che non pensa a bambini , ha tempo : mia nuora ha 38 anni e per fortuna , va tutto bene . Posso darti un consiglio ? Adesso che la tua bimba è andata a vivere per conto suo e tu inauguri una nuova vita , fallo davvero , pensa a te e vògliti bene !
    Buon Anno , cara Amica !!!!! wally

  2. Ciao Anna e buona serata. Io ho lasciato scritto “abbruciateme” e che nessuno si azzardi a spendere soldi in bare, fiori e preti o m’arrabbio. Come, poi, non saprei… però, ai “vivi” non farebbe certo piacere immaginarmi arrabbiato nei loro incubi notturni. Faccio leva psicologica, insomma. Recentemente, poi, m’è venuta un’altra idea, ispirata da un fatto accaduto ad un amico. Dovrei capire come fare. In pratica, lasciare una piccola sommetta a disposizione di una decina di amici intimi, a cui offrire una “pizza” (oggi non posso permettermi di più) in mia memoria. L’idea mi diverte! Ho pensato anche al “riciclo” e mi porto sempre dietro un tesserino che avverte. Almeno, posso sempre pensare che non tutto di me andrà buttato! Soprattutto, che qualcosa di buono, alla fine, riuscirò a farla: dare un po di speranza a qualche altra persona in difficoltà.

    Quando ho visto quelle scene “dal funerale” da te citate, invece, ho pensato che se esistesse veramente un dio, si maledirebbe da solo per quello che è riuscito a “fare”. Tra le cose perfette dell’universo che avrebbe creato, l’unica che è venuta “na schifinzia” è l’essere umano… che doveva essere la meglio creazione! Che toppa!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*