Dal mio diario … 8° puntata

“Bocciato.” …  “No!.. scrivete Non Promosso!”

Paradossi nella scuola dal Diario di una prof.

 

Mercoledì 8 novembre 

 

Sono dentro l’orientamento fino al collo!

Quanto lavoro sommerso! Nessuno si rende conto che dietro a quei pezzi di carta che arrivano tra le mani dei ragazzi e degli insegnanti delle scuole medie c’è un lavoro di progettazione, elaborazione ed organizzazione, fatto in modo sommerso e non riconosciuto.

Distribuire il lavoro è molto difficile perché sono poche le persone disponibili nei confronti di un impegno, anche se limitato nel tempo, decisamente massacrante.

Le Scuole medie cominciano a chiamare per gli incontri, le Università ad offrirsi, i ragazzi premono con le loro “necessità” … io sono in surmenage e perdo di lucidità.

Non sono più in grado di sostenere un ritmo di lavoro che richieda decisioni immediate su più fronti, e un contemporaneo sottofondo di normale routine.

Ho dimenticato uno dei tanti impegni, presa completamente dagli altri.

A metà mattina mi è arrivata una comunicazione, ricevuta dalla segreteria il 3/11, (solo 5 giorni per percorrere i 5 metri di corridoio, un metro al giorno!), che proponeva la partecipazione dei ragazzi al  Salone dell’Informagiovani per l’orientamento post diploma, a cui si richiedeva l’adesione entro venerdì 10 cioè dopodomani!

Venerdì è  anche in programma la visita ad una media per l’orientamento, quindi in mattinata deve essere organizzata una circolare per sapere quali classi, o chi nelle classi, siano interessati, e preparato il fax d’adesione.

Odio fare le cose di corsa e, per di più, mai fatte prima, come l’uscita di una classe, con permessi, circolari e cartacce varie.

Ho chiamato i rappresentanti di classe, che sono arrivati “scazzati” ed indifferenti all’offerta. Ma ti pare che debba essere io a costringerli ad interessarsi del loro futuro ?!? Incredibile! 

Naturalmente i miei del V° chimici non c’erano, erano in laboratorio ed è stato loro “consigliato” di badare alle cose importanti.

Tutto dipende dagli  insegnanti che hanno in classe.

Dal mio diario … 8° puntataultima modifica: 2010-11-10T17:53:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Dal mio diario … 8° puntata

  1. Ciao Serenity e buona serata! Ci sono ruoli che accumunano le diverse professioni. Leggendo del tuo “…non sono più in grado di sostenere un ritmo di lavoro che richieda decisioni immediate su più fronti, e un contemporaneo sottofondo di normale routine…” ho avuto un sussulto!

    Dovrebbero farti “santa subito” perché è qualcosa che sostengo da tempo, con i “colleghi”. Normalmente, è un lavoro standardizzato… ma in certi momenti, alcune peculiarità fanno schizzare la tensione a 1000.

    Ma non per tutti… solo per il solito fesso che, però, non c’è verso che riesca a “cedere” la parte standard, per concentrarsi sull’emergenza, ai colleghi che, invece, proseguono tranquilli la loro giornata… e basta! E a volte, salta fuori l’errore!

  2. Ciao Prof!
    Lavoraccio, il tuo… 🙂
    Grazie per il passaggio da me, e se la fine del tunnel non si vede, come ha detto qualcuno, allora arrediamolo! (comunque qualcosa sta accadendo, piano piano, ma qualcosa sta accadendo…)
    A presto!

  3. Buon pomeriggio Anna, parole sacrosante le tue!
    Quanto lavoro “sommerso” importante e vitale che passa inosservato e in certi casi bistrattato e ritenuto superfluo, e, quanto menefreghismo dovuto a superficialità
    ^_^
    Buon lavoro e dolcissima domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*