“LA FIDUCIA”: REQUIEM

Dal Messaggio di fine anno del presidente della Repubblicaneve1.JPG

 Un anno fa, molto forte era la nostra preoccupazione per la crisi finanziaria ed economica da cui tutto il mondo era stato investito. (omissis)… Oggi, a un anno di distanza, possiamo dire che un grande sforzo è stato compiuto (omissis)… Dico questo, vedete, guardando a quel che si è mosso nel profondo del nostro paese.  (omissis)… Perciò guardiamo con fiducia, con più fiducia del 31 dicembre scorso, al nuovo anno…

Sinceramente penso che il “grande sforzo” sia stato più nel contrasto della legalità che dell’illegalità, della conservazione dei privilegi e dei nepotismi che dell’interesse comune.

Quel che si è mosso nel profondo del nostro paese” invece è la forza della disperazione. La sopravvivenza di molte famiglie è stata garantita dal volontariato, molto poco dallo stato che ha sprecato risorse per obiettivi d’immagine.

Perciò guardiamo con fiducia”… Già, fiducia! Fiducia in chi?1262527150298_biancofiore3.jpg

berlusconi_dito-medio.jpgIn chi vanta gesti  o espressioni volgari davanti a platee nazionali ed internazionali e li apprezza anche come decorazione di una torta di compleanno?

In un parlamento che si avvolge su se stesso a protezione di quanto può fargli comodo?

In una classe politica che ha fatto dell’immagine vuota il suo simbolo e della menzogna il suo credo?

In un apparato di governo che ubbidisce solo all’interesse di poltrona abbassandosi al più bieco dei ricatti pur di continuare a mungere la vacca Italia ormai stremata?

In gente che per arroganza d’immagine, salendo sulla sedia per guardar negli occhi l’interlocutore, vuole cambiare la Costituzione partendo dall’art. 1 (.. ma forse non ha tutti i costituzionejpg.JPGtorti, più che da cambiare sarebbe da modificare : “L’Italia è una Repubblica poco Democratica fondata sullo sfruttamento del lavoro di gente onesta e corretta per l’interesse di pochi. La sovranità appartiene a chi comanda sul popolo a sua discrezione.” ).

Il tono del discorso è quello che tecnicamente viene descritto come “strategia comunicativa positiva” che serve a “vendere” esaltando i pochi meriti e omettendo i difetti.

Ma ormai il prodotto non è più vendibile. Sdrucito, scolorito, strappato e sporco neppure bendati si può cadere nella rete.

Sul tetto della sede Ispra (webcam) a Roma da una quarantina di giorni (pieno inverno, una bazzecola!) ci sono delle persone altamente qualificate che lottano per non far smantellare un gruppo di ricerca per l’ambiente riconosciuto internazionalmente di alto livello. Sembra questione di soldi. Quei soldi che per gli amici degli amici ci sono sempre, per l’istruzione e la ricerca no. (A meno che non si tratti di istituti privati, meglio se cattolici.)

pacchetto-clima-ue-stefania-prestigiacomo-silvio-berlusconi-foto.jpgIl ministro Prestigiacomo, come s’usa dire ”fa melina” spostando gli incontri sempre più in là nel tempo sperando in una “presa per stanchezza o morte dei contendenti”. Contro la carta igienica fatta da carta di riciclo è intervenuta in tempi brevissimi e con ordine di servizio ad hoc, evidentemente nella sua mente (?!?) la ricerca è meno utile al paese. (Tralascio le considerazioni in merito… per decenza data la volgarità delle stesse).

Si parla di connessioni tra mafia e politica. Qualcuno dice “parlerò se non mi vengono fatti dei favori”. Qualcosa si muove a suo favore e chissà se la verità vedrà mai la luce. (Per inciso ho scoperto che due fratelli al famoso 41/bis, cioè isolamento, hanno avuto un figlio … forse con immacolata concezione. Alleluia!!)

Fiducia dunque?

Al massimo speranza.

Spero che la gente finalmente apra gli occhi e s’indigni.

Spero che ci sia la volontà di lottare contro tutti i disvalori che ci soffocano.

Spero che ministri e parlamentari si suicidino con le loro stesse parole.

Spero che la Giustizia possa Betta triste.JPGtrovare la protezione degli onesti e faccia il suo corso.

Spero che la  xenofobia montata ad arte da gente di pochi scrupoli diventi razzismo nei loro confronti.

Spero di ritrovare quell’allegria che il rifiuto di nascondere la testa sotto la sabbia per guardare negli occhi la realtà mi ha tolto.

“LA FIDUCIA”: REQUIEMultima modifica: 2010-01-04T17:50:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su ““LA FIDUCIA”: REQUIEM

  1. Annuccia cara, un buon 2010 a te e famiglia. Quest’anno ho fatto gli auguri a tutti sperando in un 2010 fortunato, ma specificando che la fortuna ce la dobbiamo creare da soli. Ognuno è artefice della propria , anche a costo di cambiare radicalmente la propria esistenza.

    saluti fabri

  2. Cara Anna,
    grazie per il tuo commento.
    Come giustamente osservi, lottare stanca. Ne sanno qualcosa persone come te, costantemente e tenacemente impegnate nel tentativo di smuovere le coscienze e cambiare la realtà.
    Sarebbe meraviglioso un mondo in cui ognuno potesse dedicarsi a coltivare soltanto cose belle e in cui non ci fossero storture, ipocrisia, contraddizioni, sofferenza, malessere.
    Ho molto apprezzato le tue considerazioni sul discorso del Presidente della Repubblica, dal quale non mi sento affatto rappresentato.
    Nel ringraziarti ancora, ti auguro giornate serene e che possa dedicarti anche alle cose che ti piacciono e ti gratificano.
    Flavio

  3. Resto disilluso e amareggiato dalle notizie che dal resto del mondo arrivano e riguardano il nostro paese … notizie che non trapelano facilmente qui, dove la parola d’uso comune è Ottimismo, virtù ormai propria dei disillusi … e così contemplo gli eventi ormai come acerrimi nemici, poichè la Scatola della Menzogna sputa sentenze solo a favore dei corrotti e dei corruttori, ingannando quei pochi che ancora si dimostrano scettici alle bazzecole che dall’etere si propagano rapide nelle case della gente.

    Con un’alzata di spalla e un sogghigno, continuo … quel poco che ho da continuare.

  4. Ciao Serenity e ben trovata!! Ho ascoltato anche io il discorso del “Presidente”… non so’ più se questa sia gente che va “costretta” a scendere per strada a vedere quello che succede veramente oppure se vada completamente ignorata e, come ha più su detto un tuo commentatore (Fabri), sia ora di cominciare noi a cambiare “radicalmente” vita, così da rendere vane le loro farneticanti idee!!

    Propendo per la seconda soluzione… perché sono convinto che siamo noi (gli italiani, intendo) che diamo forza a questa gente, con i nostri comportamenti e le nostre scelte!!

    Ho da poco finito di “consolare”, telefonicamente e con scarso successo, un amico (42 anni) che ha saputo che a breve rimarrà “disoccupato”. Ero angosciato quanto lui. Insieme a quello di capodanno ed a coloro che, già lo scorso anno, hanno perso il lavoro, si allunga la schiera dei miei amici disoccupati!!

    E questo, il 31 mi viene a parlare di ottimismo!!!???

    Buona notte a te e ciao!!

  5. Anna grazie per la ricettina! Il prossimo Natale la proverò di sicuro.
    Per quanto riguarda il tuo post, cara commarella, se non si interviene subito, il futuro lo vedo proprio disastroso!

  6. Ciao Anna,
    dopo le vacanze natalizie e qualche imprevisto sono tornato in rete a dare il mio piccccoooolisssssimooo contributo..
    per ora ti lascio il mio saluto, a presto
    Roberto

  7. Ciao Anna, spero che tu abbia cominciato bene il nuovo anno. Pienamente d’accordo con il tuo post. Come fanno a dire che la crisi è superata, che è dietro le spalle, se la disoccupazione aumenta? Sarà superata per qualcuno, ma non per tutti. E difatti sta aumentando la forbice tra ricchi e poveri.
    Ciao
    Antonio.

  8. La crisi è finita… Strano, a me sembra di sentire ogni giorno di fabbriche che chiudono i battenti dopo averci rimesso l’osso del collo, di piccole e grandi imprese che falliscono, di operai e impiegati che vengono messi in cassa integrazione.
    La crisi è finita…Strano, a me sembra che sempre di più la gente non ce la faccia a pagare il mutuo e gli venga pignorata la casa.
    La crisi è finita…Si, adesso comincia il baratro!
    Che tristezza commarè!

  9. Cara Anna, da parecchi giorni aspetto un tuo nuovo post e finalmente sei ricomparsa sul mio nuovo blog. Grazie e affettuosi auguri affinché tu riprenda presto. Non è che sei andata ad Hammamet con Frattini, Brunetta e Sacconi…Ciao!

  10. Ciao Serenity, ero passato per un saluto. Tutto OK??? Lo so’, è una domanda che sembrerebbe “retorica”, visto quello che succede!! Però, non era alla situazione generale che mi riferivo!! Ti auguro un buon pomeriggio e ciao!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*