SENZA DIGNITA’ E SENZA VERGOGNA

L’onorevole Cesa ha detto :

«Si parla tanto di costi della politica, ma al parlamentare bisognerebbe dare di più e consentire il ricongiungimento familiare. Perché la vita del parlamentare è dura, la solitudine è una cosa molto seria».

La solitudine si, ma la politica no!

Non è accettabile neppure il pensiero di qualcuno che si pianga addosso con   15.237,02 € al mese,  più   TESSERA DEL CINEMA gratis ,TESSERA TEATRO gratis , PISCINE E PALESTRE gratis ,TESSERA AUTOBUS – METROPOLITANA gratis , CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis , FS gratis , AUTO BLU CON AUTISTA gratis , RISTORANTE spesso gratis o a 2 lire, e tutti i privilegi interni di Montecitorio!!

Ed allora cosa dovrebbero dire quei lavoratori che, emigrati al nord per la cronica carenza di opportunità che avvelena da secoli il sud, per  guadagnare intorno ai 1000 €  al mese, si son visti negare la riduzione del costo del biglietto ferroviario, su quei treni che permettono loro l’agognata “ricongiunzione familiare” almeno ogni 15 giorni, anche se con veri e propri “calvari” notturni, pur di respirare per qualche ora il profumatissimo odore di casa! Loro non hanno gratuità, né hanno rimborsi o gratifiche, eppure svolgono un lavoro ben più faticoso e , spesso pericoloso.

Ed anche tutti coloro che vivono con dignità la “nuova” povertà, giunta nella deliberata indifferenza della classe politica, che avrebbe dovuto imporre  la serietà dei controlli, e vigilare sull’attuazione delle sue stesse disposizioni, quando è avvenuto il cambio dei prezzi da  lire ad euro, mentre ha solo pensato ad adeguare i propri introiti, fregandosene del dovere di rappresentare e proteggere la cittadinanza, ed è in questo caso indifferente la connotazione politica,  interessati solo ai propri privilegi.

Ma è mai possibile che intere categorie  (caste!) siano assurdamente concentrate sul proprio ombelico, al punto di non accorgersi di aver perso ogni parvenza di dignità agli occhi della maggior parte dei cittadini?  O forse è più limitata la parte di popolazione che vomita letteralmente nel vedere quelle facce di bronzo, perché son troppi i “collusi” con il sistema, e troppi altri hanno il profondo desiderio di ingoiare la loro dignità per far parte del mondo degli egoismi imperanti?

Ma lo spettacolo deprimente non finisce tra le banalità delle polemiche, amplificate dai mezzi di comunicazione, perché con un vero e proprio “coup de theatre” viene organizzata una querelle per  far vedere a tutti che il “gruppo parlamentare è pulito” per quanto riguarda la droga, e, come su di un set cinematografico, tra tavolini e gazebo, parlamentari assonnati prendono il numeretto, per  fare un test che dimostri la loro anima candida.

Naturalmente ci son tre possibilità, (come le tre buste dei quiz), perché il test può essere fatto su tre fluidi corporei, saliva, urine, sangue, ed ognuno di questi  ha un tempo di positività dopo l’ultima assunzione differente, e si può scegliere quale fare.

Ci son voluti più di 400 giorni per far rispettare una legge che interdice dai “pubblici uffici” chiunque sia stato condannato in via definitiva.

C’è voluto un “brutto anatroccolo” in crisi d’identità e in tempesta ormonica, per far ridere tutta l’Italia!

Certo non si esporranno coloro che non “possono”, quindi il test mira solo a salvaguardare il “potere” guadagnato all’interno della  “casta”.

 Mon Dieu! Non si accorgono di aver dimenticato anche il semplice significato della parola VERGOGNA?

SENZA DIGNITA’ E SENZA VERGOGNAultima modifica: 2007-08-01T18:40:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “SENZA DIGNITA’ E SENZA VERGOGNA

  1. Ti lascio un saluto e la felice giornata….. Spero solo che non mi censurano la libertà di fare il bagno al mare senzza pagare

  2. Commento la frase strappalacrime di Cesa con le seguenti considerazioni:

    1) non è obbligatorio fare il parlamentare. Quindicimila Euro al mese mi sembrano più che sufficienti per lenire qualsiasi nostalgia verso parenti stretti e non. Vorrei vedere l’On. alle prese con il più diffuso stipendio da milledue-milletrecento al mese, però ricongiunto con moglie a carico possibilmente esigente e figli desiderosi di una Golf nuova a testa. Ah, quanto sarebbe felice, e noi con lui!

    2) Di che pasta è l’Onorevole Malinconico:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Lorenzo_Cesa

    Particolarmente interessante il capitolo sui precedenti con la giustizia.
    Ciao Professoressa, e grazie per i tuoi post.

  3. la cosa più spassosa è che non vogliono usare i capelli per quei test, altro che urine e sai perchè? perchè nei capelli ne rimane traccia per mesi e mesi se assumi stupefacenti senza modo di mentire, hasta luego anna

I commenti sono chiusi.