Dal mio diario … 14° puntata

“Bocciato.” …  “No!.. scrivete Non Promosso!”

Paradossi nella scuola dal Diario di una prof.

  

Lunedì 8 gennaio

 

Giornata maledetta!!

Ricomincia la scuola! Lo so che tutti pensano che facciamo troppe vacanze, ma, sinceramente se potessi le prolungherei per tutto l’anno!

Sono in ritardo (e fin qui nulla di nuovo) perché una macchina bloccava la strada ed il proprietario non aveva fretta e neppure educazione! Ho fatto marcia indietro per consentirgli di accostare e lasciarmi passare e continuare i suoi traffici senza dar fastidio. Nulla! Ha continuato imperterrito a fare quello che stava facendo, e poi con calma è ripartito.  Che bello!! Che grande!! Che str…o!

Arrivata a scuola, tanto per cominciare bene, vengo a sapere che l’insegnante tecnico di laboratorio deve fare un esame all’università e torna tra due settimane. Se mi avessero avvertita avrei ripassato la lezione, invece dovrò usare la memoria…

 Si! Evviva! Due ore di “Fermentazioni” e tutto a memoria! Dovevamo andare in laboratorio, e neppure ricordo che diamine c’era da fare.. Una tragedia!

Se all’entrata ero grigia, dopo poco son diventata nera!

E come se non bastasse c’è un freddo dell’accidenti, perché anche i termosifoni son partiti in ritardo! ..Guarda caso!! … Son anni che dopo qualche giorno di sosta i termosifoni non partono!  Per risparmiare sperimentano miscele sempre più ricche in acqua .. penso che sperino che le caldaie si abituino e funzionino solo con quella!  Regolarmente gli ugelli si intasano e per sbloccarli deve venire il tecnico dal capoluogo.. (tanto per dire … abbiamo nella scuola una sezione Professionale per termotecnici ed una ITIS per meccanici… ed un aiutante tecnico che sa dove mettere le mani… ma la ditta appaltatrice viene dalla “città”e…).

Mi si stanno congelando i piedi, e per fortuna solo quelli, perché son vestita a strati in previsione della situazione di gelo!

Salgo in quinta e che ti trovo? La classe al buio! Il solito interruttore che non funziona, se lo attacchi fa saltare la corrente su tutto il piano.

Infuriata come un bufalo sbatto la borsa a terra e dal telefono del corridoio chiamo in vicepresidenza per chiedere se c’è da qualche parte un’aula libera in cui funzioni l’illuminazione visto che piove, che è inverno e che c’è un accidenti di buio!

Freddo, buio, e la lezione non preparata! Cos’altro deve succedere?  Qualche minuto dopo mi viene “concessa” l’auletta del laboratorio di seconda, quindi si scende!

Lascio i ragazzi da soli e vado a telefonare al Preside..

La gente mi saluta da lontano… devo avere un aspetto terribile…

Al telefono con il “capo” qualche frase di circostanza e la richiesta :

– ”Quando cavolo vi decidete a far riparare quell’interruttore?

Non è ammissibile che in un istituto con periti elettrotecnici ed operatori elettrici non ci sia un cane che aggiusti un interruttore! Lo saprei fare anch’io! Se non fosse proibito lo farei! Diamine! Lo stesso discorso vale per strumenti che valgono milioni, fermi per qualche cretinata che non si riesce ad aggiustare! Quella cavolo di Provincia quando si decide ad esempio a mettere la centralina per i gas per mettere in funzione l’assorbimento atomico?! Eppure non è un intervento da milioni di dollari!..”

-“Lei cerca un capro espiatorio..”

-“Forse!.. ma a chi devo rivolgermi se non a Lei?… Mi dica cosa devo fare e lo faccio! Devo chiamare in Provincia? Mi dia il numero ed il nome… lo faccio!”

-“.. Va bene , stia tranquilla ora faccio una telefonata.”

-“ Si! Ma s’incazzi, perché “con la gentilezza” siamo ancora al buio!… Arrivederci!” e chiudo l’apparecchio con la delicatezza adatta al momento.

Giornata di Merda!

 

 

Martedì 9 Gennaio

 

 ….. A metà mattina son arrivati gli elettricisti della Provincia……….ih! ih! ih! ih! ih! ih! ih! ih!………

Dal mio diario … 14° puntataultima modifica: 2011-01-13T16:10:07+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Dal mio diario … 14° puntata

  1. …e il resto dei guasti?

    eh,eh,eh,eh,eh,…;-))

    ieri sono passata davanti al Sommeiller, mi è salito un conato di rabbia, i muri esterni imbrattati e dalle vetrate si intravedeva il buio, tipo antro di una spelonca e nessuno in giro, tutta la crocetta mi ha dato la sensazione di un quartiere che sta esalando l’ultimo respiro.

    Ciao Prof ;-))

  2. … come dire? Con le buone maniere, si ottiene sempre tutto!!!

    Ciao Serenity e buona serata! Più ti leggo e più mi rendo conto che la “scuola”, nel nostro Paese, è sempre stata una tragedia. Certamente, oggi i motivi per cui la stanno “smantellando” sono voluti, c’è un’intenzione! Tuttavia, mi pare che incuria e negligenza, sono stati sempre una nostra prerogativa!

    Sereno fine settimana a te e ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*