Dal Mio Diario : Intermezzo tra l’8° e la 9° puntata

Una Storia Infinita

Cronaca di basso livello di un giorno qualunque

 

Sono le dieci e trenta  di un giorno qualunque, dalle inferiate della grande finestra entra un sole  splendente, incredibile dopo i lunghi giorni bui  di pioggia battente.

I fiori rossi della pianta sul davanzale allargano i loro petali per raccogliere ogni  fotone, pazzi di piacere e di energia. Le mani diafane della signora battono stancamente i tasti del telefono,nella ricerca spasmodica di contatto orientativo con le ex Scuole Medie , ora Istituti Onnicomprensivi, ( ..cioè che accettano tutto anche le minchiate del ministero!) ..dalle materne a Dio sa che cosa!

-“.. Buongiorno sono G… dell’ITI di Treviglio, telefono per l’orientamento…

-“…? .. questa è la materna… noi non facciamo orientamento….  

-“… Si, ci credo!! cerco la scuola media:”

-“….Ah! le do il numero perché questa è la direzione didattica…… aspetti ……si…..è….036….

-” Grazie.! “

-“.. Buongiorno sono G… dell’ITI di Treviglio, telefono per l’orientamento…

_”  ……?   Si ..l’orientamento… Senti … sai chi si occupa dell’orientamento? ……. attenda le passo …..

-” .. Certo faccia pure….

Sono splendidi i fiori sotto il sole…….  È così bello ……..

La coda dell’occhio percepisce una figura che si avvicina , un corpo si flette per sussurrare qualche parola alla signora:

        “……Scusa G. .volevo dirti che questo è un telefono di servizio, se mi chiamano dal piano come faccio a saperlo… e poi devo fare le telefonate per le uscite anticipate, non potresti andare a fare le Tue  dillllà? Che così posso……”

        ” No dilllà non se ne parla… adesso vedo!….”.

E’ incredibile….. proprio come se stessi parlando con l’amante!

        “Pronto, ..pronto, ..Il prof. V.. non è ancora arrivato, può telefonare la prossima ora?”

        “Certo, richiamo io , non si preoccupi.”

Il sole è tiepido e quel cortile interno sembra quasi bello, con l’erba ancora bagnata, che scintilla .

La Signora, pressata dallo scocciatore che cammina avanti ed indietro nella luce della porta, si avvia furiosa verso la presidenza augurandogli di espletare al più presto le sue funzioni organiche fino all’esaurimento delle scorte!

La presidenza è vuota ed il telefono libero. Seduta sulla poltroncina accanto alla scrivania la Signora riprende il rosario di chiamate, ed il foglio degli appuntamenti lentamente si riempie. Un’ora dopo, quasi priva di senso dell’equilibrio, scivola nel corridoio passando di fronte alla stanza del famigerato telefono, quando lo squillo richiama la sua attenzione..

Non avendo più la forza di reagire, lascia proseguire lo squillo, indifferente al suo destino. Ma la fortuna arride ….o se la ride….  In questi casi .  E qualcuno risponde ….

-” E’ il Preside per te…

Maledetto strumento di tortura!

        “…Pronto sono G……

        “… Senta ..Scartabellando ho trovato l’autorizzazione del Provveditorato per il corso di operatore Chimico-Biologico.. PERCHÉ non mi è stato detto che c’era? … Lei lo sapeva?…. Mi hanno detto che è chimica (n.d.r. ..ma va?!?) e forse voi lo sapete!……

        “Certo che lo sapevo !   E , ..porca puttana , chi è che dice che non lo sa? È stato approvato dal Collegio, scritto sui volantini, e CHI dice che non lo sa? Era X che lo doveva dire. E’ una specializzazione del settore professionale”

        ” Aspetti! Ci sono qui A. e B. che dicono di non saperne nulla!

        ” Ma come ciazetadueo  possono dire così, visto che, ripeto,   è stato approvato dal collegio e pubblicizzato con volantini provvisori? ……

        COMUNQUE .. Lei ha il quadro orario ..che devo urgentemente mandare in tipografia i depliant..

        ” Li devono avere dilllà visto che da qualche parte sono usciti……

        ” Dicono di NO che è una cosa che riguarda voi !!!”

        ” Riguarda noi un tubo! La specializzazione l’hanno chiesta loro!… LORO devono saperlo,  visto che lo hanno pubblicizzato nelle scuole alla fine dell’orientamento dello scorso anno, quando ancora non era ufficiale l’autorizzazione…!! Comunque adesso li cerco e poi Le so dire…  !”

…La Signora si erge in tutta la sua possanza, gli occhi dilatati lanciano sguardi che inceneriscono solo sfiorando, le labbra mormorano parole che condensano nell’aria come pugnali di ghiaccio e si conficcano nel nervo acustico generando  nel cervello dei malcapitati immagini sodomitiche. La ricerca è breve poiché tutti gli ostacoli vengono prestamente rimossi dal cammino della donna.

Copia del volantino viene consegnata per essere portata .. dilllà …nella Sede .. ad una mano benevola e mediatrice, per evitare che il vorticoso moto degli umori della Signora generi, a contatto con l’atmosfera surriscaldata  della “zona a Lei proibita” , un ciclone degno dei mari del sud.

Una parola cortese alla signora che spazza l’atrio e le chiome, che incorniciano come criniera il capo della Signora, spariscono dietro il raggio di sole riflesso dal vetro di un finestrino. 

E la giornata scioglie la sua luce luminosa nei prodromi della prossima perturbazione.

 

 

Dal Mio Diario : Intermezzo tra l’8° e la 9° puntataultima modifica: 2010-11-13T17:39:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Dal Mio Diario : Intermezzo tra l’8° e la 9° puntata

  1. Tutto questo per nove mesi … e per quanti anni?

    Roba da armarsi e fare fuoco anche alle ombre, cavolo, sei riuscita a sopravvivere, questa si che è resistenza.

    Buona serata Anna ;-))

  2. Buonasera Anna, la vita dell’insegnante è dura,
    ogni giorno i nervi e la pazienza subiscono dei contraccolpi così forti che richiedono la resistenza del gladiatore e la tenacità del certosino
    solo chi ci crede può andare avanti e superare giornatine simili
    ^_^
    nella vita la logica è importante in tutto, in amore aiuta a tagliare la corda!!!!
    ^_^
    un salutissimo e dolce sera Anna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*