DIMMI CON CHI VAI E….

…Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei, dice la saggezza popolare.

Conferma al detto il ritorno in “visita” di quell’attrezzo extracomunitario che risponde al nome b.jpgnon di “Mustafà” (appellativo dato con grande eleganza dagli “assolutamente non razzisti” del nord Italia), ma di Gheddafi, il Colonnello Muhammar Gheddafi, che si porta dietro 30 cavalli, per i quali ha ben più rispetto che per le donne. Per non parlare della considerazione che ha per i “respinti” che, con la gentile collaborazione del “nostro” ministro diplomato con lode alla scuola dell’intolleranza e della prevaricazione, vengono fatti scomparire nel nulla del deserto dietro lauto compenso dello stato italiano.

(Capo II CHIUSURA DEL CAPITOLO DEL PASSATO E DEI CONTENZIOSI – Articolo 8 : Progetti infrastrutturali di base    1. L’Italia, sulla base delle proposte avanzate dalla Grande Giamahiria e delle successive discussioni intervenute, si impegna a reperire i fondi finanziari necessari per la realizzazione di progetti infrastrutturali di base che vengono concordati tra i due Paesi nei limiti della somma di 5 miliardi di dollari americani, per un importo annuale di 250 milioni di dollari americani per 20 anni.)

B.G.baciamano.jpgIl dittatore libico è in grande amicizia con il presidente del consilvio, al punto che in passato ci è scappato anche un baciamano da parte del “fratello pallido”, ricambiato con l’immagine nella filigrana dei passaporti libici. Certo che ci vuole fegato per arrivare a tal punto di megalomania.

Ok! Ci sono coinvolgimenti economici che spingono a certe scelte, ed il conflitto d’interesse  tra la funzione governativa e le aziende che operano nel campo televisivo sono solo un polverone alzato da quegli sporchi comunisti che non sanno più che dire!

A proposito di comunisti… altra frequentazione è l’amico Putin. Lui no che non è comunista. Lui tiene in mano con pugno di ferro la Russia. Incendi?putin_shooting-gun.jpg Va lui a spegnere il fuoco pilotando l’aereo! Mi ricorda qualcuno all’Aquila… ma non riesco a mettere a fuoco.

Beato lui che si peuò permettere di fare quello che vuole, senza magistrati che lo intralcino, senza stampa contro, perché l’opposizione viene sistematicamente semplicemente “cancellata” dalla faccia della terra. Puff! Ecco fatto!

E l’italiano impara..

Diritti del lavoratore? Daiii! Sei fuori dal mondo d’oggi! Se vuoi stare nel sistema calati le braghe e non rompere, perché nella globalizzazione i diritti e la dignità del lavoro sono quelli che vengono definiti dal mercato. Dei cinesi. Schiavizzati per un pugno di riso. Che sono costretti a firmare un patto di non suicidarsi se vogliono essere assunti.

E Tremonti conferma :  «..robe come la 626 (la legge sulla sicurezza sul lavoro) sono un lusso che non possiamo permetterci. Sono l’Unione europea e l’Italia che si devono adeguare al mondo».tremonti_cattivo.jpg

Lui tutt’al più rischia il linciaggio, ma si sente ben protetto. Da figli ‘n drocchia della specie sua.

Ho letto un articolo dal titolo “Insulti e calci all’immigrato (tanto papà è d’accordo )” che rispecchia il cambiamento della sensibilità educativa che comincia a prendere piede (di Elisabetta Reguitti su “il Fatto Quotidiano”). Prendere a calci un poveraccio, o dargli fuoco, o “rimbalzarlo” nelle mani di chi si è accollato il “lavoro sporco”, è diventato normale.

Rubare ai poveri per dare ai ricchi è la nuova giustizia.  Calpestare tutto e tutti per evitare la condanna di chi ha depauperato lo stato, e vuole anche l’ultima goccia di sangue, è un imperativo che merita perfino “fondi straordinari”.

E la scuola pubblica muoia pure di fame! ‘che tanto le private sanno bene auto rimpinzarsi con i soldi dei “furbetti” e di quelli che, grazie agli “amici loro” di soldi ne fanno nonostante la crisi.

precari7.jpgQuelle “poche” decine di migliaia di prof. precari che perderanno ogni sostentamento ed ogni speranza per il loro futuro si spiccino a morire insieme ai lavoratori senza 626 e a tutti quelli che non si vogliono adeguare, così risolvono ogni problema. …Anche quello della sovrappopolazione!

 

Link d’autore…

L’imperatore padano “Trota I”

Due amazzoni e 500 ragazze per Gheddafi

E tanto per…

E FFATÈME RESPIRÀ !

I SOLITI DISFATTISTI !!

 

DIMMI CON CHI VAI E….ultima modifica: 2010-08-29T18:38:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “DIMMI CON CHI VAI E….

  1. Ciao Serenity e buona settimana.

    Sono due giorni che ci ragiono su e non riesco a trovare una risposta plausibile ad una mia domanda: perché la platea che deve assistere alle farneticazioni del Colonnello, deve essere composta da 200 hostess reclutate presso un’agenzia specializzata? Inotre, chi le paga le donzelle che devono fare da piacevole uditorio al tizio?

    Non riesco proprio a comprendere. L’impressione generale, però, è che anche queste “sceneggiate” ci fanno perdere credibilità a livello internazionale. Mi sembra che nessun altro capo di governo si prostri nei confronti dell’esimio, come il nostro!

    Possibile che sia tutto finalizzato alla porcata dei “respingimenti”?

  2. Ciao Serenity e buon pomeriggio a te. Sono veramente allibito nel leggere le spiegazioni che mi hai fornito: conosco la condizione delle donne, ove si professa la religione mussulmana… ma non sarei mai arrivato ad immaginare tanto!!

    Si, condivido: partecipare e favorire questa sceneggiata è veramente da “miserabili”.

    Ti lascio un mio saluto!

  3. Non si può certo dire che ti manchi la fantasia : i tuoi acronimi sui probi(viri) lo dimostrano . E più ancora la conclusione sulle tue discussioni col marito , alla quale non credo per niente . Ho tanto l’ impressione che il ” capo ” sia tu , chissà perché . Riguardo a Gheddafi ed al marasma generale provocato dalla sua visita in Italia , in Italia , mi devo essere persa qualche passaggio in giornali e telegiornali . Non ho letto , né visto , né sentito Borghezio , Calderoli e co. inveire contro le “palandrane” , minacciando di cacciare a calci in culo dall’ Italia gli islamici che mettono in pericolo la cristianità . O non sarà che le minacce si fanno solo ai poveri , cristi o maometti , che dir si voglia !? Uno sconsolato abbraccio , cara Amica ! wally

  4. Ciao Serenity. A sentire Wally che da me cita un proverbio genovese che dice “pe vive à o mondo in paxe , l’ommo c’u picca e a donna c’a taxe “, mi pare che “ogni mondo è paese”!! Comunque, non dimentichiamo che anche nella religione cattolica, la posizione della donna non era la più invidiabile. Se non ricordo male, quando Adamo ed Eva furono cacciati dall’Eden, Dio si rivolse alla donna dicendo più o meno che “avrebbe partorito con dolore e che il marito l’avrebbe dominata”.

    Oggi non siamo a quei livelli, tuttavia, esempi in cui il nostro bagaglio “culturale” continua a discriminare la donna, ne potremmo fare tanti.

    La chiesa, ha strutturato le sue gerarchie sull’uomo… la società, nonostante le “rivoluzioni” del passato, ancora ci prova. La condizione della donna nella nostra società, spesso, non è “facile”. Penso, per esempio, alla donna che svolge una professione, che aspira ad una carriera ma anche la semplice casalinga.

    Comunque, rimane inqualificabile un “governo” che da spazio a certe manifestazioni. Rendiamoci anche conto che così si rafforza la posizione di quelle “voci” che spesso avversano il dialogo tra culture e diverse religioni.

    Con Gheddafi, secondo me, non siamo in grado né di valutare una cultura né una religione. Sono solamente le farneticazioni deliranti di un dittatorello del terzo mondo!

    Ti auguro una buona serata e ciao!

  5. Ciao Anna,
    Più che dare semplicemente dei soldi ai quei popoli, soldi che poi finiscono quasi tutti nelle tasche dei loro sovrani (i vari gheddafi), dovremmo aiutarli a crescere sotto l’aspetto della consapevolezza e della loro capacità di autodeterminazione. Questo ovviamente a noi occidentali non conviene. Se i libici scoprissero che le riserve di Gas appartengono a loro e non a Gheddafi cosa succederebbe ?

    un caro saluto
    buona domenica
    Mimmo

  6. il guaio di tutto questo è solo uno, la gente o il popolo italiano crede ancora e non si rende conto di quanto meschino e falso sia questo personaggio
    un saluto a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*