CARAVAGGIO CITTA’ DELLA BASSA

IMG_27241.JPGLi ho contati, ormai son 23 anni che abito ai limiti superiori della bassa pianura bergamasca.

Lì, ad un tiro di schioppo da Caravaggio, la cittadina che se non i natali ha sicuramente dato il nome a Michelangelo Merisi conosciuto ufficialmente come “il Caravaggio”.

Da tempo c’è una diatriba tra Milano e Caravaggio,345_Il_monastero_dei_Cistercensi.jpg la città naturalmente visto che il pittore è morto 400 anni orsono, sul luogo di parto della madre,… perché dalle “carte” risulta battezzato a Milano, ma i genitori sono originari  “de Carèas” (di Caravaggio in vernacolo locale), ma il padre lavorava a fabbricare il duomo di Milano, che i bergamaschi son degli ottimi “magùt” (muratori),… ma la famiglia potrebbe essere tornata al paesello,… ma il battesimo è stato fatto a Milano,… ma i nonni lo hanno sicuramente fatto crescere,… ma Milàn l’è ‘l’gran Milàn…

Notizia botto!

L’han trùat  i oss  (Hanno trovato le ossa)!

ossa1.JPGIn un cimitero con tante altre ossa, a Porto Ercole.

Tolte quelle di donne e bambini, prima con la ricerca di piombo e mercurio, poi con il dna confrontato con quello dei discendenti, (pagate da Pantalone?), un femore e qualche pezzo di osso son sicuramente “sue”.

Grande festa, prima per il prelievo di sangue a quelli che si suppone siano i discendenti…poi perché “Caravaggio torna a Caravaggio”!!!

Cioè una teca con le ossa esposte nella sala comunale e tanta gente a vedere come son fatte…239_SalaConsiliarePresidenza.jpg

Boh! Un femore, due denti e un toc de crapa anche se d’un uomo d’eccezione son sempre “dei oss”! Poi il ritorno della teca verso Porto Ercole addirittura con la barchetta messa a disposizione dal Previti.

Ma che ce ne può fregare a noi se il pittore è nato da una parte o dall’altra? Che ce ne importa se son sue le ossa?

Basta che si possano ammirare le sue opere e godere della cosa.

CaravaggioMadonnaDiLoreto.jpgPoi che sia più noto come Caravaggio che come Merisi è un fatto.

Che Caravaggio sia la località d’origine della famiglia è un fatto.

Speriamo che ora “riposino in pace”. Ma ne dubito..

Infatti ricomincia il balletto…

La Moratti celebra Caravaggio «Intitoliamogli Malpensa»

Essì! Da Malpensa a Caravaggio! … Cioè …Prendi l’autostrada verso Venezia ed esci a…

Ma mi stanno pigliando per i fondelli?!

Con tutti i problemi che ci sono questi mi triturano gli zebedei con bagatelle del genere?

Cambiar nome ad un luogo ormai noto come tale che senso ha? Forse solo quello di distrarre l’attenzione.

E’ solo un calderone di chiacchiere che serve a dar lustro a qualcuno, distrarre qualcun altro, e far sborsar quattrini a Pantalone per chissà quali “eventi” in sponsorizzazione mirata.

Malizia? Noo! Mica!

Comunque son convinta che il caldo stia inducendo alla pazzia…

AAP9KGHCAH7CSP8CA6N7FM6CAPINXIVCAYEX31KCALPSX4JCAD6C6SICAXE8DDXCADXXZ4YCAKQTZE4CAMYXKNOCA3PAUKWCAPKKGYWCAKGNVQ9CASVSQWHCABYGEH5CAMVHLN5CA50675RCACW5GPQ.jpg“…Il premio Grande Milano per i 150 anni di Palazzo Isimbardi verrà consegnato domani (19/07n.d.r.) a Berlusconi “Statista di rara capacità” …(dalle motivazioni del premio- spiega il testo -) “…  conduce con responsabilità e lucida consapevolezza il Paese verso un futuro di donne e di uomini liberi che compongono una società solidale fondata sull’amore, la tolleranza e il rispetto per la vita“. 

fulmini-4.jpgIl bello è che il premio lo attribuisce la “Provincia”, domani sera (19/07) tra le guglie del Duomo, quello stesso duomo che in effigie lo ha preso sul naso. 

Chissà se un fulmine a ciel sereno stavolta farà giustizia.

 

ULTIME NOTIZIE!!!!!

(19/07/2010) La querelle continua…    

Il Consiglio provinciale di Bergamo ha approvato all’unanimità un’ordine del giorno presentato dalla maggioranza che impegna la Provincia di Bergamo a far tutto quanto in suo potere per riuscire ad intitolare l’aeroporto di Bergamo Orio al Serio a Michelangelo Merisi detto «Il Caravaggio», celeberrimo pittore a cavallo tra il Cinquecento e il Seicento.”

 

CARAVAGGIO CITTA’ DELLA BASSAultima modifica: 2010-07-19T16:57:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “CARAVAGGIO CITTA’ DELLA BASSA

  1. Il premio gliel’ hanno dato , il duomo non gli è (ri)piombato addosso , ha duettato con la Moratti –… e po’ vegnen chì a Milan — : giornata proficua , direi . Non per altri operai della Fiat , licenziati , alla faccia della “società solidale fondata sull’amore, la tolleranza e il rispetto per la vita” . Buonanotte ! wally

  2. Ciao Serenity!! E’ quasi ora di pranzo… ma l’appetito è scomparso!! Fossi rimasta alla questione Caravaggio, avremmo potuto sbrigarla in due battute: ma chissenefrega?

    Però, il premio grande Milano e la lettura dell’articolo che hai suggerito, come li liquidiamo? Se ripenso alle “motivazioni” rischio un travaso di bile e con la “qualità” degli ospedali pubblici che ci ritroviamo… correrei veramente un grosso rischio!!

    La prima cosa che mi vien da pensare, così di “getto”, è che sono convinto che gran parte degli italiani si sia “fumato” il cervello… ma dopo ciò, comincio a credere che la concentrazione maggiore sia al nord! Se vado avanti, temo un tuo inevitabile intervento censorio perché ti assicuro che dalla testa alle dita che pigiano sulla tastiera, stanno passando i peggiori turpiloqui… uno statista di elevata statura? Ma che robaccia si fumano a Milano? Almeno, cambiassero spacciatore!!

    Buon pomeriggio a te e ciao!!

  3. Elevata statura
    Moralità
    Rara capacità di statista

    Sei sicura che non fosse una presa per il sedere?

    Ho visto una mezza immagine dell’evento e i segni della plastificazione si vedono tutti, ti capita mentre tiri un pezzo di domopack che si formino pieghe? ecco, la sua faccia comincia ad essere così.
    Dicevo l’immagine, ho visto solo delle cariatidi e molti leccaterga…ho spento.

    Se Michelangelo potesse dire cosa se ne devono fare delle sue ossa…farseli risalire per via rettale, lo lasciassero in pace.

    Buona domenica Anna

  4. La sai l’ ultima ??? “Piano Nazionale per la Qualità e il Merito – Miglioramento dei processi di insegnamento e di apprendimento nelle scuole secondarie di 1o grado, test oggettivi standard predisposti dall’ Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (INVALSI), per rilevare le carenze di ogni singolo studente e pianificare azioni mirate per colmarne le lacune. È quanto prevede il Piano Nazionale Qualità e Merito (PQM) presentato da Mariastella Gelmini il 15 luglio scorso. Le prove si faranno all’inizio dell’anno scolastico per evidenziare la reale preparazione degli studenti e saranno ripetute al termine dell’ anno per verificare i miglioramenti ottenuti.” O forse è la penultima !!! Buona giornata ! wally

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*