POVERO CARO! E’ SOTTO STRESS, SCUSATELO.

Son mesi che ogni volta che parla in pubblico l’amministratore delegato delle Ferrovie sembra degnarsi di scendere dall’Olimpo zeus1.jpgper informare gli “scarti di lavorazione dell’universo” in merito al suo lavoro.  Personalmente ho l’impressione che una volta terminata la conferenza stampa si vada a disinfettare le mani e respirare un po’ d’ossigeno per riprendersi dal disagio a cui si sottopone per la modica cifra di un milione di euro l’anno. Povero caro!

L’ultima “uscita” però è peggiore delle altre.

Con il solito tono da “ma che cosa volete!, l’unico vostro diritto è quello di pagare il servizio e basta!” ha spiegato che  per l’ondata di maltempo (prevista (ndr)) aveva messo in moto tutti gli schiavi, e che i disagi erano logici da prevedere, quindi “portate acqua, panini e maglioni” e lasciateci lavorare (senza rompere i coglioni con le proteste(ndr)).

Frase infelice e tono istigatore di violenza.

Se lo avessi avuto sottomano lo avrei volentieri fatto specchiare nella pala da neve che ho usato per l’intero pomeriggio. No, non quella di plastica, quella di ferro… a badile…

Visto che non è certo capace di difendersi da solo, (infatti, poi l’ha fatto) ci pensa il ministro delle infrastrutture dicendo :

 La frase detta ieri dall’ad di Fs Spa Mauro Moretti è sbagliata è un uomo sotto stress da giorni e lo siamo un po’ tutti..”.moretti_mauro.jpg

Si, sarà sotto stress, ma intanto per non smentirsi il “signore”  si giustifica dicendo che  : “.. non ritiene sbagliata la sua frase. La «rete ferroviaria sta funzionando» anche se «con alcuni ritardi, ma ditemi quale paese non ha ritardo in questo momento. Così se la gente preferisce che tagliamo il 50% dei treni, lo dica, non è che tutti i manager dei trasporti europei sono (siano, ing., siano!) coglioni c’è un problema di cause naturali» “.

Arroganza allo stato puro! Quella che dovrebbe far abbassare i toni.

Abbassare i toni? Chi? Noi poveri stupidi che gli elargiamo fior di quattrini per portarci i panini, l’acqua ed i maglioni per aspettare treni che non arrivano in stazioni che non hanno più “sale d’attesa”, su binari che non hanno manco una panchina, in piedi al freddo d’inverno e sotto la canicola d’estate?

Io i toni li abbasserei ad un metro da terra e glieli infilerei..

Chiedo umilmente scusa, ma se devo essere vittima che almeno il carnefice sia cortese, o si prenda le badilate sulle corna e zitto!

Purtroppo questa è ormai l’arroganza di chi esercita un qualsiasi potere. Non che in passato fosse meglio, ma l’evoluzione umana dunque esiste? O esiste solo nel senso della perdita del pelo e della crescita media della statura?

uomopreistorico.jpgOsservando freddamente quanto sta succedendo temo che più che di evoluzione si tratti di involuzione. Il maschio sta ritornando cacciatore, non d’animali ma di potere, con armi proprie ed improprie e la stessa crudeltà dei popoli che la storia ricorda come “barbari”.

Una parte della popolazione sta rinverdendo le crociate. 

A Cesara Mantovana (Mantova) solo i bimbi che frequentano l’asilo delle monache possono cantare nel coro della chiesa, gli altri no perché “inquinati da una scelta ideologica. Se non è crociata questa.

E la giunta della Lombardia sceglie di dare i “buoni scuola” alle private mascherando la cosa con il “giochetto del reddito”( mentre i genitori degli studenti della scuola pubblica devono esibire il certificato Isee per accedere a un piccolo contributo, per i richiedenti la “dote per la libertà di scelta” basta l’indicatore reddituale, molto più elastico e senza obbligo di crociati.gifdichiarazione del patrimonio immobiliare). E alle pubbliche restano le briciole.. Se non è crociata questa.

Chiudo con la rabbia del tempo perso questa mattina da tanta gente per il blocco totale delle linee ferroviarie della Lombardia Superefficiente dell’ing. Moretti, avvenuto per il gelo della notte dopo la nevicata e il successivo pomeriggio di pioggia. Alle ore otto e trenta per le linee ad “alta, media, bassa” velocità tra Milano e Venezia non passava un treno neppure se spinto dai passeggeri..

Probabilmente gli schiavi del capo non avevano più fiato per sciogliere il ghiaccio dalle strutture o il filo del fon non era lungo abbastanza per arrivare alle prese di corrente.

Ma bisogna pazientare, i supermanager sono sempre sotto stress.. o sotto qualche polverina bianca?

POVERO CARO! E’ SOTTO STRESS, SCUSATELO.ultima modifica: 2009-12-23T18:16:25+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “POVERO CARO! E’ SOTTO STRESS, SCUSATELO.

  1. Ciao Serenity… che dire? Vogliamo augurarci, visto che siamo in tema “natalizio”, che queste cose non si debbano più sentire?? Ma si, dai, proviamo ad essere un po’ ottimisti, almeno fino al prossimo anno!!!

    Ti lascio il mio augurio per serene feste e che l’anno prossimo sia foriero solamente di belle cose, notizie, emozioni e novità (un po’ quello che si spera tutti!!!)

    Ciao Serenity e AUGURI.

  2. Ciao anna, intanto tanti auguri di Buon Natale. Poi…che dire…. per 1 milione all’anno mi offro anche io a fare la figura del pirla…tanto già lo faccio per molto meno!!!

  3. Buon Natale
    che sia ricco di tante Sorprese

    Buon nuovo anno
    che ogni giorno
    possa regalarti…
    … nuove e meravigliose Emozioni

    Auguri Sempre
    per ogni sogno che realizzerai,
    per ogni sorriso che ti sarà donato,
    per ogni bacio che ti scalderà il cuore…

    Ciao da Giuseppe.

  4. Ciao Anna, buon anno. Non sto a spendere parole per lodare questo tuo post, eccellente fortissimo sia per il contenuto sia per la forma.
    Quanto all’arroganza di chi ha potere, essa è alimentata soprattutto dallo stile volgare e violento di berlusconi e dalla trivialità e ignoranza dei capi della Lega.
    A me, però, quello che più disgusta è la notizia, che riporti nel post, di un comune mantovano: “A Cesara Mantovana (Mantova) solo i bimbi che frequentano l’asilo delle monache possono cantare nel coro della chiesa, gli altri no perché “inquinati da una scelta ideologica”. E’ incredibile che una decisione del genere venga da ambienti cattolici: sono loro gli inquinati che rinnegano il valore di cattolicità e sono degli ignoranti perché non sanno il significato della parola “cattolico”.
    Ma è da tempo che penso che una larga parte della gerarchia cattolica italiana si sia ridotta ad essere solo uno struttura di potere e che sia impegnata solo a difendere il proprio potere. Questa gerarchia sta ripetendo i disgustosi e nefasti errori fatti dalla Chiesa durante il Ventennio fascista
    Ancora buon 2010, che per me sarà reso più piacevole dai tuoi post
    Antonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*