COM’ERA LA STORIA DELLA PAGLIUZZA E DELLA TRAVE?

A scorrere i giornali viene il magone.strillone2.gif

Alto risalto vien dato alle “primarie” del PD, un esercizio di democrazia certo, ma il rilievo è legato al fatto che purtroppo l’Italia è in sofferenza in quest’ambito, pensavo di questi tempi, ma a quanto sta emergendo da…sempre. (Questo mi fa sentire molto presa per.. in giro).

Poi c’è quell’essere umano che per imbarazzo e vergogna ha mentito per nascondere i suoi “vizi”, messo in primo piano rispetto a chi ha manovrato il sistema per, mi ci gioco i gioielli, interessi sordidi. Per lo meno ha avuto la correttezza di lasciare l’incarico che aveva, al contrario di altri. ( Si parte dalle minorenni e attraverso le escort si arriva ai trans.. cioè  il fulcro è sempre legato allo stesso “pallino”.. Non vorrei peggiorare il discorso sostenendo che in politica abbondiamo di crani con all’interno due neuroni, uno per gli organi interni e l’altro per il sistema idraulico.)

Solo dopo righe e righe, solo in una delle testate ed in piccolo, la notiziucola che :

PALERMO Rischia di essere respinto in Libia il barcone con oltre 200 migranti, tra i quali donne e minori, che da due giorni sta navigando nel mare in burrasca “scortato” dalla petroliera italiana Antignano. ..”   barcone_immigrati.jpg

Con tutto il rispetto per i nostri problemi, ma mi sconvolge che 200 vite siano meno importanti di con chi scopa un politico!

La storia riportata è poi terribile. Il solito scaricabarile che manco le scorie tossiche hanno tanta considerazione.

“..Tecnicamente non si tratterebbe di un vero e proprio respingimento, ma della rinuncia da parte dei Paesi dell’Unione Europea a prestare soccorso al barcone, delegando alla Libia ogni responsabilità. ..”   ? ..Rinuncia? .. Delegando a?..

I riflettori sulla pagliuzza, e la trave nessuno la vuol vedere. E chi dovrebbe indicare la trave Woman_2.JPGcontinua a gingillarsi con la storia dell’aborto e della pillola abortiva chiedendo  che venga concesso “Ai farmacisti il diritto di obiezione” (senza tener conto del fatto che la RU486 viene somministrata in ospedale) perché quelle morule son vite che meritano di essere protette, quelle dei migranti invece son bagatelle che non meritano attenzione.

Fermate il mondo, voglio scendere!

COM’ERA LA STORIA DELLA PAGLIUZZA E DELLA TRAVE?ultima modifica: 2009-10-25T18:23:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “COM’ERA LA STORIA DELLA PAGLIUZZA E DELLA TRAVE?

  1. Ciao Serenity e buona serata!!! Controsensi della vita, vero? Oggi, la politica gira tutt’attorno al sesso dei nostri politicanti, ai loro gusti, ai loro vizietti… e tutto il resto, barconi compresi, non li vede nessuno!!! Oggi, chi ha difeso il depravato che andava con le minorenni o con le “prostitute” istituzionalizzate, gode come un tacchino!!!! E ci sguazzerà, in questa storia, ancora per molto!!! L’equazione è: vedi, lo fai anche tu, perché non posso farlo io? Come dire: ora è tutto lecito anzi, legale!!! Sono sempre più convinto che vadano mandati tutti, e quando dico tutti intendo proprio tutti, dal primo all’ultimo, a casa!!! E sono fortunati che tornano a casa!!! Azzerare tutto e ricominciare da capo!!! Gente nuova, princìpi nuovi e politica diversa!!! Utopia? Non credo, secondo me ci siamo vicini e con le buone o con le cattive, stà gente dovrà andarsene!!!

  2. Che dire…
    credo che dovremo finire per dover fare qualcosa davvero.
    Non credo che si possa accettare di vivere diretti da papponi e maitresse. Non mi sta bene. Non ci sto.
    Non mi piacciono le avventure sexy nè di dx nè di sin.
    Credo nell’etica.
    E quasi quasi mi faccio un partito.
    Un partito dell’etica.
    Un partito cui s’iscrivano solo quelli che non sono mai stati iscritti altrove. Magari è il partito dei coglioni e degli onesti.
    Quasi quasi ricomincio dai coglioni come me e basta.
    O quasi quasi faccio l’intellettuale e protesto e dico che tutto questo è schifo.
    E sto in silenzio fino a quando non ho vere forti grandiose parole, non solo di protesta, ma anche di proposta.
    Quasi quasi lascio che Shelley parli dal suo settecento per me.
    Ciao
    PS Ho commentato anche sotto
    Quasi quasi.
    Se c’è seguito

  3. invidia e ancora invidia…..il tuo post la dice lunga sul punto in cui siamo, altro che va tutto bene!!!un amico missionario torna nelle filippine dopo aver visto come qui non vada meglio che là……ma in questi giorni mi sto accorgendo quanto è bello dire che il re è nudo…anche perché qualcuno si incazza di brutto…e io mi diverto

  4. weeeeeeeeeeeeee vecchiaccia maleficaaaaaaa
    faccetta biancaaaaaaaa aspetta e speraa che la cantina s’avvicinaaaaaa quando saremooo a un litro e treeee noi canteremo evviva la gnocca evviva teeeee uahauhauahauahauahauaah

  5. Ci sono 3 puffi: Il puffo gay, il puffo goloso e il puffo tirchio.
    Muoiono e vanno dinanzi a San Pietro, in paradiso.
    Questo gli dice che hanno la possibilità di tornare sulla terra purche` si astengano dal fare quelle cose che erano soliti fare in vita.
    I 3 ci stanno. Appena sulla terra però il goloso vede una torta e ne mangia una fetta. Ppuff e scompare.
    Poi il Puffo tirchio trova per strada una banconota da 100 euro e si china per raccoglierla. Puff, puff e scompare pure il gay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*