E FFATÈME RESPIRÀ !

 

caffè1.jpgPorca zozza! Manco il tempo di tirare il fiato e quell’accolita di decerebrati apre bocca tramite la Trota Lessa (“sua verginità offesa” ministra della Pubblica (d)Istruzione) per dire la cazzata del secolo :  E assunzioni solo in base alla necessità per evitare il precariato

Macchecavolo dice!

Quando mai la scuola ha assunto senza necessità?

Magari si abbassava il numero di allievi per classe mantenendo il minimo di legge e si aveva la famosa cattedra in più sull’organico “provvisorio” , cattedra che saltava il 90% delle volte alla revisione del Provveditorato, a meno che non ci fossero dei “santi in paradiso” che comunque non facevano sempre i miracoli.

La banda dei microcerebrati dunque sta spacciando l’acqua calda per la scoperta del secolo.Coffee_10.jpg

Il bello però è che le cattedre variano di anno in anno come numero in base alle iscrizioni. Quindi si tampona con il maltrattatissimo “precariato” che a fine scrutini va in disoccupazione e rilavora (forse) da ottobre-novembre creando quel balletto di docenti che tanti ragazzi hanno sperimentato.

Si, è come la canzone famosa: “quel docente qui devi metterlo lì, quel docente qua devi metterlo là, .. “ e l’ultimo resta senza “sedia”.. salvo supplenza in attesa di nomina.. che  alle volte manco arriva perché negli uffici scolastici hanno fatto “cappotto”.

..” I docenti del futuro dovranno conoscere l’Inglese e avere competenze informatiche. E, prima di salire in cattedra, saranno sottoposti ad un anno di tirocinio.”..

Tanto per cambiare quello che già c’era. Ci sono tra i quattromilioni di norme degli ultimi anni sia l’obbligo di laurea, che quello di corsi d’inglese e di informatica per tutti i livelli, sia le famose SISS che sono scuole di specializzazione con tirocinio.

..”Il tirocinio. “Da svolgere direttamente a contatto con le scuole e col  mestiere di insegnante, perché insegnare non può essere solo teoria ma anche pratica””!!!

Cavolo! Ho avuto nella mia scuola tirocinanti SISS, e sono stata anche nominata tutor.. sei o sette anni fa..  ‘Mo questa blatera di tirocinio e tutor.. e scopre che ci vuol la pratica! Per il diploma di maestra d’asilo è obbligatorio almeno un anno di tirocinio da sempre..
SVEGLIA GENTE!!!   Ve stanno à pijà pe’rcu… !! I ve cojona xèmi !! (tanto per usare il dialetto)

..” Sarà compito degli Uffici scolastici regionali organizzare, aggiornare e controllare…“

Adesso capisco!  Soldi in ballo! Si, perché ci saranno commissioni ad hoc per la cosa, e ci andranno quelli che non parlano male del capo.

Infine mi piace che per la scuola primaria ..” .. E tutti avranno competenze specifiche sugli alunni disabili. “ Per risparmiare sui docenti di sostegno. M’immagino una classe di 28 rHum44.jpgagazzi con un “diversamente abile” da gestire.. Sinceramente le competenze te le metti nel… portaoggetti!  Navighi “a vista”.

Aa.. Ministra! Prima fatti qualche annetto nelle classi, e non quelle delle monache magari di liceo, ma nelle elementari di Scampia, nelle medie delle Vallette di Torino, nei professionali di Cinecittà..  poi apri bocca!

Fanc…!!!!!!!!!!

 

E FFATÈME RESPIRÀ !ultima modifica: 2009-08-29T19:19:10+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “E FFATÈME RESPIRÀ !

  1. La solita minestra di ministra.
    Demagogia per i non addetti ai lavori…
    In ogni caso come si fa a giustificare tagli così grandi ad un sistema se non denigrando chi quel sistema ha contribuito a far funzionare bene.
    Sui disabili come è facile chiamare in causa la collegialità del team quando si tagliano le contemporaneità…e si aumentano gli alunni per classe!
    Se qualcosa, come è facile prevedere, non funzionerà e le famiglie dei disabili si lamentaranno, non sarà colpa del Ministro, ma come al solito degli insegnanti, che per definizione sono inabili fannulloni, indegni servitori di un Stato di cui si servono per mangiare pane che vien dato loro in cambio di un’istruzione inadeguata offerta alle nuove generazioni…incapaci di star al passo con le altre nazioni…Che la ministra si occupa dei disabili pare evidente: ha scritto le Linee guida, nuove di zecca…le parole hanno il fascino dell’evocazione…la realtà è che come più volte ha chiarito il prof. Nocera, nessuna integrazione di un disabile è davvero possibile in classi il cui numero sia eccessivo.
    Linee guida sulla disabilità? Far gruppi piccoli eterogenei, congruamente seguiti da personale specializzato e curricolare, in attività anche interdisciplinari in cui sia prevista la compresenza di diverse figure professionali attinenti ad aree disciplinari diverse.
    Insomma investire denari, risorse in strumenti e personale.
    Carissimi l’educazione e l’istruzione costano.
    La botte piena e la moglie ubriaca se la può permettere solo l’oste…se annacqua il vino buono.
    Ciao Cristiana
    PS Ti ho risposto sul mio blog in relazione alle tematiche editoriali

  2. Come sempre non ci sono soldi per la scuola però ne buttano a palate per queste commissioni di controllo…..

    Che tenerezza Betta!!!

    Un saluto Anna e buona nuova settimana!!!

  3. Ciao Anna, hai ragione è ora che finisca di poltrire, ma il caldo soffocante di questo agosto ha avuto una efficacia distruttiva . Per gistificarmi in qualche modo, sappi che in casa non ho condizionatore e, dopo avere comprato e fatto installare ventilatori, non li uso. Mi sono autoconvinto che mi fanno più male che bene, ma non so poi se ho ragione.
    “E tutti avranno competenze specifiche sugli alunni disabili”. Questo frase che hai pubblicato sul tuo post (come al solito efficacissimo e divertente) mi fa paura e nello stesso tempo mi indigna, perchè evidenzia il disprezzo che i nostri governanti hanno per le fasce più deboli della popolazione. Ma in generale tutti i tagli all’istruzione sono una offesa e una truffa ai cittadini.
    Ti ringrazio per i tuoi post (soprattutto quelli sulla ottusa e arrogante Gelmini). Mi dai informazioni su ciò che so solo approssimativamnete e mi sproni a non smettere questa lotta civile contro un governo truffaldino e ignorante.
    Ciao ,buona settimana e sono pronto per il tuo prossimo post.

  4. Ciao Anna, quello che dici lo condivido pienamente. Ma una volta i prof se li mettevano nel magazzini? Dico se una cosa non serve chi la compra? Quando mi sono laureato ho fatto un corso SISS, e ho dovuto conoscere l’inglese più tirocinio. Ci vogliono far credere chissà che, invece, non stanno facendo altro che lasciare le cose come stavano, anzi, peggiorandole, perchè tutti quei licenziamenti, le classi gonfiate, sono frutto di tagli netti alla scuola pubblica. Buona serata!

  5. Ciao Anna,
    sono sicura di anticipare con il commento il post che stai preparando, perciò prometto il ritorno…vuoi vedere che prima o poi il risarcimento lo chiederanno anche a noi blogger!!!
    Che dire Viva libera stampa in libero stato
    PS Se ti va sei invitata ad una specie di divertissment letterario sul mio blog: a te la scelta del genere in cui cimentarti

  6. Ciao Anna
    a scuola dovrebbeandare tutto il governo compresa l’opposizione sono una banda di incompetenti… che ci stà portando allo sfascio, ma purtroppo loro continuanosolo a mangiare quelpoco che è rimasto, mentre ilpaeseaffonda..
    Saluti Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *