… TI PORTO IN PIAZZA A VEDERE I SIGNORI CHE MANGIANO IL GELATO…

AnnaW.JPG …“Se fai la brava ti porto in piazza a vedere i signori che mangiano il gelato”.

Me lo diceva la nonna quand’ero piccina, negli anni del dopoguerra quando per cena “il convento” passava insalata con le uova sode o pane e latte.

Oggi siamo saliti di grado infatti questa frase ce la dicono “dall’alto”, un po’ Tizio, un po’ Caio.. mentre fanno saltare le loro “monete d’oro” nelle tasche.

Uscendo dalla metafora  sento dire o leggo che la crisi non è poi così brutta, che c’è una risalita, che  «Solo 500 mila lavoratori in sofferenza, altri 35 milioni no» .. A parte il fatto che 500 mila lavoratori sono 500 mila famiglie, e quindi moltiplicando anche solo per 3 sono unmilione e mezzo di persone che si vanno a sommare a quelle già da prima in difficoltà, trovo arrogante dire quel “solo” , perché si parla di vite che sono legate ad altre vite,Caught_by_Uncle_Sam.jpg di persone che non possono più avere il necessario e non il superfluo..

Penso che in certi individui l’arroganza e la presunzione vengano nutrite ad arte per compensare la scarsità di altre caratteristiche fisiche, altrimenti non capisco come si possa essere così stupidamente convinti di quanto si asserisce.

Qualche giorno fa osservavo i carrelli della spesa degli altri nel supermercato, un tempo erano pieni di “cianfrusaglie edibili“ tipo dolcetti, patatine di marca  ecc. , ora son colmi delle offerte speciali, ed anche, per di più, scelte tra quelle definite “primo prezzo”. Non ci sono che rare cadute su articoli di costo più elevato.  Ora si fa la spesa guardando al costo, perché non ci sono certezze per il futuro.

Ma dagli schermi TV facce bonarie rassicurano che “non c’è che una piccola crisi e che tutto si risolverà presto”. SI ! Nel frattempo possiamo “andare a guardare” i politici che si strafogano  a nostre spese, ma solo se non rompiamo loro i torroni!. Tutto si aggiusta, la copertura finanziaria si trova, tranquilli.. così per esempio :

Esempio : Per assicurare la copertura finanziaria al fondo per l’editoria  (i giornali di partito avranno 70 milioni di euro) si ricorre all’aumento dell’aliquota Ires a carico delle aziende petrolifere e dell’energia elettrica, … che sicuramente non ricadrà sugli utenti finali!!..Health41.jpg

Esempio : Hanno tolto l’ICI anche alle megaville, ed i comuni senza entrate  hanno aumentato le tasse sui rifiuti, (testimonianza personale!.. ed io pago!)

Esempio : Scuole senza soldi, i presidi scrivono ai genitori “Cari genitori, non c’è più un centesimo.” (n.d.r. ..ed i genitori portano da casa la carta igienica per uno Stato di mer..!)

Però “loro” devono pensare a cose molto più importanti :

Venezia. Zaia: «Dialetto obbligatorio a scuola». La Gelmini frena: «È una proposta difficile da realizzare». Già, con i tagli previsti..

 Caccia libera, blitz della Lega in Aula le norme già  bocciate (si parla anche di autorizzazione all’uso degli “zimbelli” , cioè una forma legalizzata di tortura per gli animali, e di fucili a 16 anni).  Peccato che non sia compresa una norma per la caccia libera ai cretini che la vogliono.

Ed il ministro Sacconi, da buon bue che dice cornuto all’asino, sostiene : “Risparmiate ossigeno per il cervello”  senza accorgersi che tra chi lo contorna c’è tanta gente in anossia cerebrale, senza distinzione di ceto, razza o religione.Avv.cobraW.jpg

E tutti son attenti alle virgole del gossip, alle schermaglie dialettiche tra presenzialisti del piccolo schermo, mentre nel silenzio totale c’è chi decide in un “conclave” delle sorti del mondo .. l’ho saputo per caso..

“14/05/2009  In Grecia il conclave dei potenti   ..E’ iniziato ieri in Grecia l’annuale conclave dell’élite politico-economica-militare occidentale riunita nel Bilderberg Group: il più potente e riservato organo decisionale del pianeta che dal 1954 si riunisce ogni anno a porte chiuse per concertare le linee guida a cui tutti i governi, le banche centrali e gli organismi internazionali devono poi attenersi.

Per l’Italia chi avrà parlato? Per fortuna il ministro della difesa era impegnato in patria,  ma … Ora mi diventa difficile credere che questa stessa crisi non sia stata preparata ad arte per garantire uno scenario internazionale adatto a qualche sporca manovra.  

guitti1.jpgCioè ..  ci si perde a seguire il “Grande Fratello” e , guarda caso, i veri protagonisti del reality che più reality non si può, siamo noi, la massa di poveracci che s’impegnano come folli nei giochi predisposti da qualcuno che ci spia anche nel cesso, concorrendo al premio finale di un’esistenza ai limiti della decenza.

..Vado in piazza a.. maledire i “sìori che magna” !

 

… TI PORTO IN PIAZZA A VEDERE I SIGNORI CHE MANGIANO IL GELATO…ultima modifica: 2009-05-20T18:33:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

19 pensieri su “… TI PORTO IN PIAZZA A VEDERE I SIGNORI CHE MANGIANO IL GELATO…

  1. Bellissimo post, peccato davvero che la tua intelligenza non sia più a disposizione della scuola… senza nulla togliere dalla tua pensione… ovviamente. 🙂

  2. Ciao Anna! E’ sempre un piacere leggerti… riguardo all’ottimismo sul fronte economico… bah, temo che saremo costretti a tornare in piazza a guardare gli altri mangiare il gelato… in senso metaforico si intende. E come viene spontaneo rispondere, “l’ottimismo non mi manca di sicuro… è che non ho i soldi per dimostrarlo!”
    Un abbraccio

  3. Facciamoli pure due spaghetti al pomodoro, che sono buoni, però come pomodoro per ora non intendo essere io, non posso perdermi la lettura dei tuoi fortissimi post.
    Ciao, buona settimana.

  4. Carissima , la crisi c’ è , indubbiamente , ma finchè la coop ( quella che ” la coop sei tu … ” ) reclamizza le ciliege in offerta speciale a euro 6.80 al chilo e la gente le compra , ho l’ impressione che la sola a patire della crisi , sia io ! Riguardo al mio post , magari tu non sei fifona , ma io sono incosciente . Buona domenica ! wally

  5. Ciao Serenity. A proposito di gelato… ieri, ancora perso nelle “piacevolezze” di questa breve vacanza (gratis) che mi si era prospettata la scorsa settimana, sono andato a prendere un gelato! Va be’ che ero all’isola del Giglio… ma per 3 euro (quasi seimila delle vecchie lire) mi hanno dato un cornetto striminzito con due pallette di crema sopra!!! E avevo pure evitato le gelaterie al “Top”… da bravo poveraccio!!!! Per due gelati ho quasi fatto un mutuo!!!!

    Comunque, sempre post meravigliosi da leggere!!! A proposito del tuo commento da me, sull’isola per gli appestati bloggers… io mi prenoto un posticino. Porto tutta l’attrezzatura da pesca che non uso da anni… e procuro il pesce fresco!!!! Se gli altri si fidano… posso anche cucinarlo!!!!

    Ti auguro una buona serata e ciao.

  6. ma guarda che si corron brutti rischi oggi come oggi a proporre di andar in piazza a guardar i Signori. Si corre il rischio di non trovarli esattamente a mangiar gelati. Come d’alra parte penso sia sempre stato.

  7. Ciao Anna! Questa volta invece di risponderti via mail, preferisco il blog (tuo). Dalle tue parole straspare sempre un bisogno di giustizia, democrazia. Più ceh bisogno direi passione. Come te, sarei disposto a mettere le mani nella melma per vedere cosa c’è di buono. Se la legge D’Alia passasse, ma non credo proprio, noi ce ne fottiamo. Vuoi farmi tacere? Il mio pensiero ti turba? Tu mi chiudi questi canali, io ne trovo altri mille. Il mio pensiero sarà sempre più forte della tua repressione di regime. Come me, ci sono altri svariati milioni di navigatori a pensarla così. Altro che gelato, la situazione è proibitiva. Ricorderai che sono single e non ho nessuno che mi fa la spesa. Per questo motivo mi devo scontrare continuamente con i prezzi. Quì prendo il pretesto per salutare Wally Giana. Grande Wally! Che gioia “rivederti”. Un saluto sincero anche a Ponyboy. Cazzarola! Ora più che mai chi sta “bene”, si vede dal carrello pieno e da cosa contiene. Certi generi di prima necessità tipo frutta e verdura, hanno dei prezzi altissimi. Neanche fossero uranio. Prima si facevano i mutui per la casa, la macchina, ora per mangiare. Da qualche parte di questo bellissimo pianeta c’è chi continua ad arricchirsi e chi continua ad impoverirsi. Tutti parlano, troppi. Domanda = Delirio: Come mai nonostante il lavoro sia calato drasticamente gli operai continuano a morire? Siamo una classe previlegiata? Vorrei parlare del nostro beneamato (da tanti di voi) presidente del consiglio, ma dopo mi tocca correre in bagno a sboccare. Allora mi evito la fatica. E’ sempre una bellissima sensazione scorrere tra i tuoi scritti. Ti prego non fermarti mai. Un bacio! Gnufus mi ha miagolato di salutare i tuoi mici!
    Sgnaps

  8. Ciao.. siamo alle solite questo paese crede alle balle e non alla realtà..non oso immaginare dove arriveremo.. di certo Lui è impegnato a difendersi dalle cavolate che combina..buona serata..ciao

  9. Ciao Anna, meno male che c’è qualcuno che parla la mia lingua da qualche parte, magari la pensiamo un pò diversamente su alcuni temi, ma in linea generale siamo tra i pochi con gli occhi sbarrati che stanno sentendo la puzza sempre più vicina….ma io spero sempre che a sbagliare siamo noi altrimenti so c…i!!!
    A presto, Giorgio.

  10. Non rimane che la speranza che, essendo cicli quelli della vita, ne rimanga un po’ per quando ricominceremo a mangiare anche noi…
    Come dice il proverbio; beati gli ultimi se i primi saranno stati onesti!?
    E ne dubito fortemente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*