ESCLUSO IL PONTE SULLO STRETTO..!!!!

Anna4.jpgChe strana coincidenza! Ieri pomeriggio ho commentato delle notizie lette sui giornali, ma poi non ho avuto il tempo per pubblicare quanto scritto. Il terremoto avvenuto nella notte ha dato un peso differente alle mie parole. Più lievi qui, più gravi lì… eccole :

 

“I soliti comunisti. Un tavolo? Glielo do in testa”“Ci sono i giornali che mi calunniano – attacca il prèmier – e questi che scendono in piazza. Rimane sempre la vecchia abitudine della menzogna assoluta“. “…Perché uno Stato, quando c’è una crisi, deve pensare ai suoi cittadini, magari Ponte_sullo_Stretto.jpganche rallentando certe opere pubbliche che erano in programma”. Una frase che ha fatto pensare al Ponte sullo Stretto, ma lo stesso Berlusconi lo esclude: “Quella è un’opera epocale, ci sono altri interventi che si possono sospendere. …”.

Ma certo! Altrimenti coi soli voti portati da Mastella e Pomicino non ce la può fare.  Deve pur trovare un “capezzolo” a cui allattare quella masnada di bocche voraci.

Si! Ce l’ho a morte con quell’opera progettata alla “cavolodicane” su fogli di quaderno per non sprecare fatica in caso di perdita della gara. Mi son sempre chiesta come possa essere sicuro maremoti nel mediterraneo.jpgun ponte enorme, ad un tiro di sputo da un vulcano attivo, su di una zona famosa per i terremoti e ad alto rischio tsunami. 

Vabbè..che poi c’è sempre la SA-RC che può aspettare, tanto ci han messo  già 15 anni per fare qualche kilometro, altri 10 o 12  non fanno differenza.  Naturalmente non contiamo sulle  ferrovie.. Anche il presidente delle Ferrovie dello Stato, Innocenzo Cipolletta ha chiesto scusa ai pendolari per il «Servizio inadeguato», però, guarda caso,  lo ha fatto per bussare cassa, infatti ha detto che «stiamo trattando con le Regioni per contratti più lunghi, di almeno sei anni, da scontare in banca per investire in treni e carrozze» suggerendo poi di trasferire sul bollo e sui pedaggi autostradali il costo che il sistema “su strada” produce in termini di inquinamento e congestione.. che gliene frega a lui se poi si impiegano esattamente  4 ore e 28 minuti per andare da Milano a Chioggia  partendo alle 11.30 e cambiando 3 treni!! Mediaticamente parlando è più importante altra tratta, cioè  da Milano a Roma,  per la quale con la “freccia rossa” se non fai fermate ci metti di meno! (4 ore scarse!)

Per le calunnie poi… Cavolo!  Ci sono le registrazioni di quanto avvenuto!

Per non parlare dei video sul suo cortese appellativo riguardo alla collega ministro Meloni.

Ormai è accertato che il normale rispetto per le donne presso certi esponenti del governo è, eufemisticamente parlando, discutibile.

Questo modo di fare è diventato quasi una bandiera per i suoi colleghi, infatti dice il ministro Brunetta  che : “Il lavoro pubblico è stato usato per tanto tempo come un ammortizzatore sociale, soprattutto da parte delle donne che uscivano a fare la spesa in orario di lavoro”. , ed io dico che per gli uomini invece è stato usato come alibi per andare a sco.. l’amante. 

E tanto per colmare la misura Brunetta aggiunge : “Se vincono tanti concorsi come mai sono così poche le donne ai vertici della carriera?”.Businesswoman_Mom.jpg

La risposta è facile : La donna con la mano destra completa il lavoro d’ufficio, con la sinistra stira, con il piede destro culla il bambino, con il sinistro prepara da mangiare, con una scopa infilata da qualche parte fa le pulizie e poi vuoi anche che faccia carriera! Aa.. supernano! Ma falli scontrà quarche vorta li du’ neuroni che t’aritrovi ner capoccione!

Dio come sono incazzata!!!

 

Questo quanto scritto ieri.

Oggi aggiungo un pensiero per quanti dovranno in futuro combattere con le istituzioni per ricominciare a vivere una vita normale in una casa costruita adeguatamente (e non come quelle nuove eppur crollate) e con risorse pubbliche.

ESCLUSO IL PONTE SULLO STRETTO..!!!!ultima modifica: 2009-04-06T16:55:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “ESCLUSO IL PONTE SULLO STRETTO..!!!!

  1. Meglio lasciare solo un saluto, ti vedo davvero incazzata!
    Comunque, sulle tue perplessità riguardo la sicurezza del ponte ti do ragione. Sulla validità dell’opera sono invece d’accordo con Berlusconi.
    E su Brunetta…è stato infelice, è caduto in basso…ahahahahahahhahaha
    Però, dai, ci voleva mezzo Brunetta in Italia.

  2. Come sempre impeccabile.
    E non lo dico solo perché il tema del ponte (e della SA-RC) mi tocca direttamente, visto dove vivo, ma soprattutto perché i tuoi post mi rincuorano sul fatto che esiste chi vale la pena di apprezzare come persona. No, non sono vani complimenti nei tuoi confronti (niente teste montate, non penso sia per te), ma ciò che penso.
    Trascorri una belal serata.
    PS: Il primo gatto somiglia molto alla mia che purtroppo è morta poco prima di natale.

  3. Ciao Serenity. Considerato il momento… se invece del “faraonico” e improponibile ponte sullo stretto, il nostro esimio pensasse a come ristrutturare tutto il parco immobiliare italiano e, soprattutto, quello che insiste su quel 70% del nostro territorio che è stato classificato a rischio “sisma”, pensa quante risorse economiche si potrebbero muovere e quanti posti di lavoro si potrebbero creare!! Invece, molto meglio quel 20% di abusivismo in più che si potrà ottenere e quel ponte che, probabilmente, non vedremo mai e per il quale, solo tra progetti e consulenze, già abbiamo speso milioni di euro!!!

    Come commentavo da altre parte… quel che appare ovvio, per molti non lo è!!!

  4. La misogeneia di Brunetta…potrebbe essere (auto)giustificabile 🙂

    PS Vengo ad augurarti di cuore e col cuore in mano una serena Pasqua. Sperando che sia di vera Resurrezione.
    Ciao Cristiana

  5. Ciao Anna, sempre supereccezionali i tuoi post. Il ponte sullo Stretto eh sì che lo vuol fare, non può fare degli sgarbi agli amici, c’è sempre il rischio che qualcuno poi si metta a parlare
    Ciao, auguri di buona Pasqua.

  6. La prima parte del post non mi trova d’accordo, il ponte sullo stretto ci vuole, se pensi che hanno fatto gallerie sotto il mare, vuoi che non sappiano fare un ponte?
    Non è difficile fare un ponte, è difficile trovare una persona onesta, seria e competente che sorvegli tutta la lavorazione dall’inizio alla fine. Quello è il problema secondo me.
    La seconda parte, dedicata a Brunetta, mi ha fatto piegare dal ridere.
    E’ vero che le donne ucivano per fare la spesa, come dargli torto, ma gli uomini uscivano per …un secondo lavoro ;-). Se adesso devono lavorare un’anticchia di più poco male direi…
    Vero pure, che le donne per fare carriera dovrebbero pensare solo a quello, e a trovare anche la camicetta e la gonna stirata, come succede ai signori uomini.
    Ma gli uomini tranne che parlare altro non sanno fare, ( spesso nemmeno quello, ma sorvoliamo) quindi carissima non ci rimane continuare a rimboccarci le maniche 😉 Come sempre poi…
    Ti lascio un saluto auguri cari per una serena Pasqua,
    Rosanna

  7. Cara Anna, tanti auguri per Pasqua. Subito dopo andrò via per qualche giorno e mi mancheranno i tuoi post.
    Nel frattempo stanno bastonando la Lega e facendo baluginare il referendum insieme alle Europee…Stai a vedere che è tutto combinato per far cadere il governo, andare a elezioni anticipate, vincerle alla grande e prepararsi le Camere che eleggeranno il capo dello Stato alla scadenza di Napolitano et, voilà, il nanetto presidente della Repubblica…A presto, ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*