DEMOCRAZIA E’…

è    Democrazia è permettere di governare a persone senza scrupoli e prive di onestà. è    Democrazia è riuscire a convivere con persone che non vedono aldilà del proprio tornaconto. è    Democrazia è consentire di parlare a chi dice solo frasi fatte imparate a memoria, e contesta per partito preso.Penso di essere masochista perché ho voluto assistere alle dichiarazioni di voto sul decreto Gelmini in senato.

gelmini coda.jpgLa signora ministro, seduta sul “trono”, con aria annoiata faceva finta di seguire le parole degli oratori. Si, faceva finta perché sfogliava con non chalance un libro sollevando a tratti il viso e lo sguardo verso un punto indefinito. L’aula era praticamente vuota, tra gli scranni qua e là qualche rappresentante dei vari schieramenti intento a distrarsi il più possibile.Gli oratori si susseguivano stando in piedi contornati da cinque colleghi, due ai lati e tre dietro, per riempire lo schermo della diretta televisiva. Loro si che ascoltavano, per poter assentire o applaudire, mentre gli altri presenti continuavano le loro faccende nella più totale indifferenza, in ogni caso erano proprio “quattro gatti” a presidio dei propri settori. Gli interventi erano parole scritte “a futura memoria”.. visto che interessavano solo la telecamera…

·  “..Signora ministro, Noi…. Bla, bla, bla …(cose come:  le hanno fatto fare una schifezza di decreto che non tiene in alcun conto l’opinione di chi lavora nel settore, prende a calci nelle pa… più di un centinaio di migliaia di lavoratori precari, e se ne frega  altamente dei bambini che, dal tono con cui ne parla, sembra le rompano solo gli zebedei..)”.. Oppure

·  “..Signora ministro, Noi…. Bla, bla, bla …(cose come : ..Insomma qualcosa di buono in quello che è scritto può esserci ad analizzare con attenzione i punti e le virgole, ma i tagli sono troppo evidenti e profondi, potevate nasconderli almeno un po’, in ogni caso l’aver esautorato il parlamento ci mette nelle condizioni di operare una scelta…)”.. Oppure

·  “..Signora ministro, Noi…. Bla, bla, bla …(cose come : Siamo fermamente convinti che sia un decreto bellissimo. Anche perché lo ha concepito il “capo” che sa quello che fa, e noi siamo sempre con lui. La sinistra deve finirla di intromettersi in cose che non capisce. I comunisti vogliono che la scuola insegni a ragionare! Basta! La nostra scuola sarà un’ottima scuola d’elite!..)”..

senato.jpgLa reazione era sempre la stessa, un pallido sorriso agli “amici”, niente agli altri, nessuna reazione visibile se non quella dello stereotipo dell’indifferenza.

Un’immagine tristissima del Senato.

Il mio limite di sopportazione è stato velocemente raggiunto ed ho chiuso la TV. L’unica cosa bella di quella scatola è il tasto che permette di cancellare fisicamente una presenza sgradevole. Ormai le varie reti stanno modellando i palinsesti  in modo da fornire un’informazione preconfezionata ed il resto diretto ad una platea immatura, preparato in modo  da indurre una specie di “anestesia” dei valori che ne formi dei sudditi miopi ed obbedienti.

Quando si assiste alla performance di un capo del governo che, come mia nonna buonanima, identifica il demonio nei comunisti, e invita gli industriali  a non fare pubblicità su “certe reti” le cui Inflation.comp.jpgtrasmissioni “diffondono panico e sfiducia”, quando si sentono ministri che affermano che per la scuola non ci sono “lettere di licenziamento”, (e tte credo! I docenti di ruolo non sono licenziabili se non in casi veramente particolari, e quelli che ci lasciano la pelle sono i precari, cioè quei docenti che vengono assunti da settembre alla fine delle lezioni, vale a dire giugno, e non mangiano a luglio ed ad agosto, che lo sono magari da 10 e più anni, che hanno abilitazione, laurea specialistica per l’insegnamento, corsi di tutti i tipi fatti per avere punteggi in più nelle graduatorie, e che nella scuola in cui insegnavo erano dal 40 al 60% del corpo docente, una bazzecola), allora si deve pensare che questa sia la vera democrazia, permettere che cose così succedano!

DEMOCRAZIA E’…ultima modifica: 2008-11-01T18:34:28+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

14 pensieri su “DEMOCRAZIA E’…

  1. Non ce la faccio nemmeno a commentare, Anna.
    Sono venuta qui e sapevo già cosa avrei trovato.




    ?!?
    Leggi tra le righe, ché so già che hai capito!
    Ciao

  2. Mah, non lo so.
    Mai come in questo caso sono egualmente diviso tra le varie ragioni e le varie interpretazioni.
    Tu che dici, è possibile che io non abbia le idee chiare come tutti quelli che si occupano di questi provvedimenti?
    Mi sento cosi strano, chiunque ascolto ha ragione, ma chiunque ascolto dice alcune cose e tralascia altre parti importanti, omette, trascura.
    Davvero non lo so, delego, mea culpa, perchè vivrò sulla mia pelle il futuro nella scuola, e nella peggiore delle ipotesi, al di fuori della scuola.
    Ciao.

  3. dunque : 1) di a sonia di non prendersela e di divertirsi con le scarpe che fanno cic ciac 8però la mamma non la deve sgridare) 2) le reti tv le conosco fin troppo bene, oramai sono convinto che il miglior tg del mondo sia al jazeera 3) lo sciopero è stato necessario, ma alla fine è servito a far risparmiare soldi allo stato :1000000 di adesioni x 80 euro cad = 80 milioni di euro risparmiati…..

  4. Anche io sto seduto sulla riva del fiume, solo che con una logica Zen aspetto di vedere passare il cadavere del mio nemico, con la logica occidentale, invece, cerco di dargli qualche spallata che lo aiuti a cadere nel fiume.
    Ho seguito per anni alla radio ed in TV i lavori parlamenteri, sono sempre così, chiunque stia seduto sugli scranni.
    Sulla scuola credo che basterebbe che una legge, giusta o sbagliata, rimanesse per anni al proprio posto e le cose già funzionerebbero decentemente, invece ogni ministro (affogassero tutti!) uole metterci un sigillo ed il caos (che però magari è voluto) regna sovrano.
    A presto (ma ricorda che chi si chiama Serenity non dice le parolacce), Giorgio.

  5. Ciao Prof.
    Certo, se c’era un momento peggiore per reinventarsi la professione…
    D’accordo. Ho una certa versatilità e quindi credo di saper ripartire. Ma assistere allo sfascio di una realtà efficientissima e apparentemente stabile in così poche ore mi ha veramente tolto il sonno. Tra l’altro siamo già in tv. Con il risultato unico di ridurre le nostre speranze al colloquio di selezione.
    Non siamo che una delle tante aziende in crisi. Solo che non sapevamo di esserlo fino all’altro ieri!

  6. In effetti, hai ragione! La Democrazia è veramente quello che tu hai scritto: “permettere che queste cose succedano”. Il brutto è che coloro che stanno beneficiando dei vantaggi che la Democrazia riserva ad ogni individuo, stanno facendo di tutto per smontarla pezzo a pezzo, per attuare la loro idea di “governo”. Quello che si spera è che il “popolo” se ne accorga prima che sia tutto molto, troppo maledettamente complicato!

    Ciao e buona settimana.

  7. Ti ringrazio che mi hai segnalato il tuo post “Ipocriti”. L’ho letto,e come faccio a non essere d’accordo con te? Quanta ipocrisia in quella espressione “valori irrinunciabili”! Io mi conforto,non so se questo avviene anche per te, sapendo che nel clero ci sono anche quelli che vivono con coerenza i valori che professsano
    Molto bello anche questo tuo ultimo post e spero che tu mantenga la forza e la resistenza per continuare con il tuo blog il tuo impegno civile in difesa della democrazia e della dignità umana contro questo regime di furfanti. Certamente dai un aiuto a chi non accetta che l’Italia sia governata da questi truffatori.
    La Gelmini penso che sia una persona priva di una vera personalità, che ha trovato in berlusconi chi le permette di fare una carriera, che la sua grigia capacità non glielo concederebbe mai. Il suo atteggiamento sprezzante in Parlamento è frutto di una infantile imitazione del cavaliere

  8. Stasera non ce l faccio proprio a commentare, sonoi stanco per conto mio e gli italiani stasera mi son proprio venuti a noia….
    Se vuoi la canzone te la traduco, diciamo che è uno specchio del mio momento… poco allegro…
    A presto, L.

  9. ehi che ti credi ? il mio inglese è quello che si parla nel mondo : un “non inglese”, da fare inorridire la prof che mi vive accanto. anche io sono cresciuto con il francese e me la cavo decisamente meglio. Per le tv, le notizie si capiscono spesso anche senza capire un’h di quel che dicono.E’ un fenomeno naturale a quanto mi dice la mia signora…cioé non sono io che sono particolarmente intelligente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *