SCUSATEMI SE NON HO UCCISO QUALCUNO..

 

 

Per vile danaro qualcuno fu crocifisso, altri vendettero la madre, molti vendono la dignità, ma non avrei mai voluto assistere al degradante dilagare della tendenza a non aver più limiti in favore del profitto e della “visibilità”.

Nella mia educazione c’erano due “caste” :

quella degli uomini retti ed onesti, che formavano la società civile degna di rispetto, e quella dei “gaglioffi”, che raggruppava ladri, bugiardi, disonesti, immorali, e quelli che avrebbero venduto la madre per danaro.

Oggi mi “scontro” con un capovolgimento della situazione, la società civile è fatta di “gaglioffi”, mentre sono all’indice tutti quelli che lavorano per vivere e non rubano se non la cioccolata dalla credenza.

Il caso mi ha fatto apparire sullo schermo TV una faccia, tutto sommato piacevole, di un tizio che con espressione neutra, o forse leggermente  divertita, raccontava candidamente come si fosse inventato il lavoro di manager di avanzi di galera, offendo per primo un contratto a quel rom che ha ucciso quattro ragazzi guidando ubriaco. Il contratto prevede un libro, una intera linea di “fashion” e apparizioni in locali al modico onorario di 3000 euro.

Le immagini alternavano jeans con manette disegnate, magliette con scritte che non ho letto, e profumi.. forse di aria da galera?..

Un libro.. scritto da uno che probabilmente non conosce che l’infinito dei verbi, che sicuramente non è in grado di esporre dei fatti con chiarezza, vista l’espressione dei suoi occhi che ricordano molto quella di chi è avvezzo all’uso di sostanze psicotrope. Naturalmente non lo ha scritto lui, lo so, ma questo ormai è diventata una prassi, tanto che sarebbe opportuno introdurre una D.O.C.G. anche per chi scrive.

Poi la “faccia da schiaffi” del manager affermava che si tratta solo di un businnes, infatti sta già vendendo in internet, (vorrei vedere le facce dei figli di madre ignota che comperano quelle porcate!), e che aveva avuto altre richieste da parte di “stimati delinquenti”.

O.K. di disonesti in guanti bianchi che ci impongono le loro idee con libri o con apparizioni mediatiche ne abbiamo a iosa, ma delinquenti ci son diventati strada facendo e non lo erano a priori.

Il buon gusto ormai è relegato al campo del cibo e basta!

Io sono una persona qualsiasi, onesta e sincera, non ho “carichi pendenti”, ho sempre pagato le multe prese quasi esclusivamente per divieto di sosta, sono astemia, ho spesso desiderato passare con una schiacciasassi sopra qualcuno però non l’ho mai fatto, forse per mancanza del mezzo,  ed ho scritto un libro, si, tutto da me, dal titolo all’indice, ma nessuno me lo sponsorizza perché non sono un’assassina neppure presunta, ne sono andata a letto con “chi conta”, o mi sono fatta toccare il sedere a scuola mettendo poi  il video in You Tube, quindi nella realtà odierna sono senza speranza.

Il mio libro è “pulito”, una raccolta di episodi veri semplice come me, e s’intitola: COMPRO UNA VOCALE” (ed. Il Filo – collana Nuove Voci – ISBN 978-88-6185-370-6) Garantisco che si tratta di scritti D.O.C.G., e, se pur con imbarazzo,  faccio di questo spazio il mio cartellone pubblicitario.1fe5653ca4fd87354d375fdcdda6eaa2.jpg

SCUSATEMI SE NON HO UCCISO QUALCUNO..ultima modifica: 2007-12-03T13:40:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

23 pensieri su “SCUSATEMI SE NON HO UCCISO QUALCUNO..

  1. Ciao collega. Sono anche io uno scrittore agli esordi che ha appena pubblicato, con una piccola casa editrice, il suo primo libro. Se vuoi vieni visitare il mio blog.
    A presto

  2. buon giorno anna, tutto bene? quaso quasi te la faccio pure io un po di pubblicità, a gratis ben s’intende, un saluto e hasta luego, chissà che magari non porti fortuna pure a te

  3. Complimenti x le … vocali.
    La gentaglia vende ed ha successo xchè i pirla comprano e leggono i loro prodotti,la colpa nn è del manager,è degli idioti che gli riempono il portafogli!
    Ciao,Giorgio.

  4. Siamo noi che non dobbiamo dare spazio a questa gentaglia.
    Siamo noi che dobbiamo spegnere la TV quando ci sono certi programmi, che non dobbiamo comprare certi giornalacci, che non dobbiamo piu’ andare allo stadio, che dobbiamo smetterla di seguire tutte le mode…………………
    E’ chi consuma questa merce che mette in mano il coltello a certa gente. La realta’ che vivono i giovani oggi…l’abbiamo inventata noi, adulti, in nome del Dio che tutto governa: il Denaro.

  5. Cara Anna…COMPLIMENTI PER IL LIBRO…

    Appena potrò lo comprerò perchè sono sicuro che intravvederò in quei racconti una autrice vera e sincera…

    Giulio.

  6. Ah bene….. anch’io ho pubblicato-10 anni fa…- un libricino di racconti sulle donne… ma anch’io sono troppo onesta per interessare qualche lettore. cara Anna (e il cognome ?) voglio ordinare il tuo libro!
    Ciao complimenti! Anna

  7. Ormai in Italia gli onesti sono solo cittadini di serie “Z”
    Spero di trovare il tuo libro anche qui a Napoli.
    Ciao

    PS. hai fatto bene per i gatti altrimenti scappano.

  8. Una mia cara amica di Bormio e’ scultrice e tutte le sue opere sono solo espressione dell’arte intoccabili da ogni forma di lucro o di qualechesia altro interesse che non sia solo espressione dell’arte e che abbia a che fare in qualche modo con il denaro. Se anche tu pensi di essere un artista in questo senso, visita il mio blog nella categoria arte ne saprai di piu’.
    Per quanto riguarda il rapporto uomini e soldi concordo con te
    A presto

  9. Grazie per la tua “promessa di acquisto”, egoisticamente spero che tu possa mantenerla presto!
    Ho cercato il tuo libro su internet ma non ho trovato nulla: come è possibile saperne di più ed eventualmente acquistarlo?
    A presto

  10. Nuovo libro nuova grafica del blog,

    conplimenti cara Anna,

    lo troverò certamente da comprare su internet.

    Sai, anch’io ho pubblicato un piccolo libro
    di 22 mie poesie con la casa editrice
    “Giovane Holden Edizioni” ma non ho voluto
    metterlo in vendita ma solamente da regalare,
    forse un giorno lo farò quando avrò più poesie.

    Ho visto l’indirizzo della tua mail, ti invio
    i link dove puoi scaricare in formato PDF

    La copertina ed il libro, poi dimmi se ti piace.

    Un abbraccione da Giuseppe.

  11. Ciao Annamaria,
    ti ho incontrato sul sito di grobben cui ho fatto una recensione che puoi leggere su http//: enjambement.myblog.it.
    Da lì ho appreso che abbiamo alcune cose in comune. A partire dalla casa editrice (anche se io ancora de mio libro non ne parlo nel blog perchè sono alle prime fasi), il mestiere d’insegnante anche se io insegno lettere e non certo ultimo il marito che (nel mio caso) ha lavorato e risieduto in quel di Treviglio.
    Vieni a trovarmi, se ti fa piacere
    Cristiana

  12. Eh.. oramai la televisione “piastrella” di momenti inutili tutto il tempo che le dedichiamo, per non farcene rendere conto diventa sempre più “sottile”, come se volesse far perdere tracce di sè nel momento in cui non è in azione… ciao!

  13. Ho imparato l’attesa
    come s’impara il dolore
    nel silenzio della mia anima…
    Una frase del mio ultimo post per augurarti
    buon fine settimana d’amore intorno a te.

    Ciao da Giuseppe.

  14. Ti ho trovato con piacere nel mio blog. Ti aspetterò sempre a braccia aperte.
    Grazie anche per avermi detto che ho un viso dolcissimo.
    Qualche volta me lo scordo…
    Ciao ancora. Ripasso con più calma. Cristiana

  15. ne parlava gg fa anche un altro blogger…che vuoi che ti dica…pare che ormai il dio denaro comandi tutto!
    ciao
    albe

  16. Come promesso sono qua.
    Non ti spiace se ti pongo qualche domanda?
    Hai già fatto la presentazione del libro a Roma? Come è andata?
    Se ti va perchè non mi/o ci racconti qualcosa?
    Un buon fine settimana
    Cristiana

I commenti sono chiusi.