STUDENTI IN PIAZZA : CI AVREI SCOMMESSO!

Scioperi e manifestazioni degli studenti sono uno dei fenomeni metereologici caratteristici dell’autunno.

A settembre comincia la scuola, le camicie sono ancora con le maniche corte, la pelle è ancora colorita dal sole estivo, l’odore della vacanza accompagna i ragazzi nelle aule, e ricominciare ha i tempi dilatati della passata fase fancazzista.

A ottobre, le cose cominciano a girare, si son fatti i primi passi verso le nuove mete, e qualcuno comincia a pretendere i primi controlli sul livello di apprendimento.

Serve una pausa. Una prima pausa!

Sciopero !!

Ottimo, ma la motivazione?… Il mondo della scuola offre il fianco a mille possibili contestazioni, basta sceglierne una decina, nel mazzo si troveranno senz’altro quelle più consone alle idee d’ognuno.

Detto e Fatto!

Quest’anno, poi, il ministro Fioroni ha offerto su di un piatto d’argento il grido di sollevazione della popolazione scolastica : “ NO agli esami di riparazione!”

E Te Pareva!?! L’avrei scommesso! Era una cosa prevista perchè è più che logico che dopo aver portato le ciabatte per anni, se ti costringono a mettere le scarpe, pur anche comode, i piedi ti faranno un male cane!

-“Ci vogliono rovinare l’estate!”-

E gggià! Che cosa avevo detto nel post “La vedo dura”? Esattamente questo!

-“Non è possibile che per una materia insufficiente si sia bocciati!”-

E gggià! Vogliono rompergli le uova nel paniere, visto che regolarmente più di qualcuno, vorrei dire tanti, mettevano in conto il debito non saldato, così studiavano anche due materie in meno!

-“Coloro che non hanno i soldi per le ripetizioni ci andranno di mezzo! “-

Disinformazione allo stato puro! I corsi sono previsti in fase d’anno scolastico in più riprese, quindi chi studia non finisce con il debito. Poi son previsti anche d’agosto, gratuiti, fatti dalle scuole, ma naturalmente rovinano il bel far nulla dell’estate!

Nel mazzo delle rivendicazioni c’è poi anche il caro libri, che dipende dalle case editrici, ma che può giustamente portare all’istituzione da parte delle scuole del comodato d’uso, che ha i suoi costi per i bilanci, come lo hanno i corsi di recupero.

C’è inoltre il degrado delle strutture scolastiche, come punto di lotta sacrosanto, ed anche il finanziamento delle private alla faccia dei pochi quattrini dati alle pubbliche, ed altri giusti motivi da condividere per chi crede nell’istruzione.

Quello che pochi sanno, però, è che la maggior parte degli studenti aderisce allo sciopero per restare a casa a dormire, o evitare la fatica della preparazione ad un’interrogazione, oppure per fare una mattinata di “casino” che tanto si confà con la loro età, perché lo spirito di positivo impegno sociale nasce solo verso i 17-18 anni, e solo per coloro che hanno una formazione familiare in tal senso, mentre per i quattordici-quindicenni l’unico spirito è quello del branco, della contestazione a priori, e del fancazzismo.

STUDENTI IN PIAZZA : CI AVREI SCOMMESSO!ultima modifica: 2007-10-12T18:00:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

26 pensieri su “STUDENTI IN PIAZZA : CI AVREI SCOMMESSO!

  1. L’istruzione in questo paese diventa sempre più difficile per le nuove generazioni.

    Buon fine settimana cara Anna da Giuseppe.

  2. purtroppo niente di nuovo all’orizzonte…nemmeno sanno x cosa protestano e seguono 4 capi futuri animatori politici ke iniziano a inculcare in quelle toste vuote nozioni di politica.Ormai lo sciopero è diventato un appuntamento nel calendario tipo come Natale.

  3. ah ecco cos’era tutto quel pullulare di brufolosi per la città oggi. sull’argomento ne ho sentita una davvero bella. un responsabile della federalberghi si è lamentato della introduzione degli esami di riparazione perchè, in tal modo, i ragazzi sarebbero costretti a passare meno tempo in vacanza ed il movimento turistico ne risentirebbe. santi numi. siamo proprio la repubblica delle banane. ciao prof!

  4. d’accordo su tutto. ho “gentilmente” invitato mio figlio, primo liceo scientifico, a non disertare le lezioni, con spiegazioni e motivazioni simili alle tue. è andato a scuola regolarmente, e ha convinto anche dei compagni reticenti a seguirlo. morale della favola: non sono così scemi come si pensa, basta farli ragionare…un saluto, af

  5. sei una potenza culinaria prof! ci tengo particolarmente a domani perchè trattasi di pulzelle su cui fare colpo. e si sa che l’uomo che cucina trionfa sempre. credo, tuttavia, che farò ugualmente un salto in rosticceria per comprare delle cose che spaccerò per mie. lo so, lo so. sono un dannatissimo ipocrita…

  6. Io come al solito concordo con te. Ne ho le scatole piene di universitari o anche neolaureati (ma anche laureati con esperienza) che scivolano con nonchalance su rudimenti che andrebbero imparati alle elementari: grammatica, sintassi, aritmetica e cultura generale. Che ripetano gli anni finchè non avranno imparato.
    (Per ciò che riguarda gli scioperi, fui testimone di una tagliata generale il giorno in cui morì Papa Luciani!!!).

    Buon uicchend

  7. Apertura alare cm.168 …dobbiamo precuparci ?! Hahahahahaha
    Scherzo, non ho resistito 😉

    Per quanto riguarda il tuo post, non ricordo un solo anno scolastico che sarebbe stato diverso 😉

    buona Serata 😉

  8. Purtroppo la scuola,causa un buonismo eccessivo ed una strana forma di modernità,si è trasformata da palestra di vita a palcoscenico teatrale,oggi gli studenti che manifestavano al loro V-day si lamentavano del fatto che gli esami di riparazione non li farà promuovere a prescindere (ricorda un pò il 6 politico di anni fà).Il senso di responsabilità è deceduto e questi ragazzi saranno la società futura….auguri!!!!!
    Ciao,Giorgio.

  9. Purtroppo la scuola italiana di oggi fa acqua da tutte le parti, tutti hanno qualcosa da dire ma nessuno realmente poi fa qualcosa di costruttivo.

    Ciao Anna buon w.e. da Gabry

  10. Commare’, vieni da me, corri, che c’avemo da fa’ ‘na cosa….ahahahahahahah! Sei sempre mitica! Patty

  11. Siamo stati tutti ragazzi… quando c’era sciopero io andavo a giocare a calcetto coi compagni… in manifestazione qualche volta, quando ci andava la ragazza che mi piaceva. Comunque… non mi preoccupo più di tanto del fatto che i ragazzi sono affetti da fancazzismo (mia figlia non si ammazza di studio), quanto piuttosto del fatto che un governo possa fare marcia indetro sulla sacrosanta necessità degloi esami di riparazione. Non sai? Ripeti l’anno o cambia scuola. Anch’io sono circondato da fior di laureati di una ignoranza abissale…

  12. ok prof. ti nomino ufficilamente mia consulente culinaria. se poi mi dai anche qualche suggerimento in materia “femminile” ne saprò fare buon uso…

  13. standing ovation….brava è proprio vero è così!!!!
    a parte che io non vdo che ci sia di strano nel rimettere gli esami di riparazione….ciò vuol dire NON VUOI STUDIARE DURANTE L’ESTATE XKè HAI PAURA CHE TE LA ROVININO?….beh non te la rovinare tu da solo e studia durante l’anno…ma purtroppo è troppa fatica….
    eppoi se ti impegni durante l’anno non servono le ripetizioni!!!

    e cmq…x quanto riguarda la foto….ma non te lo ricordi che t l’ho fatta l’altra sera x la festa???….non so xkè sei venuta verde…forse un difetto della macchinetta =)

  14. standing ovation….brava è proprio vero è così!!!!
    a parte che io non vdo che ci sia di strano nel rimettere gli esami di riparazione….ciò vuol dire NON VUOI STUDIARE DURANTE L’ESTATE XKè HAI PAURA CHE TE LA ROVININO?….beh non te la rovinare tu da solo e studia durante l’anno…ma purtroppo è troppa fatica….
    eppoi se ti impegni durante l’anno non servono le ripetizioni!!!

    e cmq…x quanto riguarda la foto….ma non te lo ricordi che t l’ho fatta l’altra sera x la festa???….non so xkè sei venuta verde…forse un difetto della macchinetta =)

  15. Più che del fuoco ( ma sto imparando l’arte del caminetto ) mi ero estasiato per il paragone con il dio della Tecnologia. Conosci un riferimento migliore? E mia moglie, confrontata ad Afrodite? :-)))))

  16. Si protesta anche per protestare e perchè è divertente. Dico ai ragazzi state tranquilli se il vostro unico problema è recuperare un debito durante l’estate, state tranquilli un “malghino” si trova sempre. Il professore o a fine anno o a settembre ti da 6 anche se non te lo meriti. Ci vogliono insegnati che si facciano rispettare e che insegnino la responsabilità è questo il progetto irrealizzabile. Auguri per l’anno scolastico a tutti gli studenti. Ciao Guido.

  17. Commare’, non è tutto il testo integrale! Se lo voj tutto te lo mando. Famme sape’…Questa è solo una parte della canzone. Troppo carino che l’hai messa qui…Ciao commare’. Te bacio e me riccomanno: resta sempre quello che sei:MITICA! Patty

I commenti sono chiusi.