UNA CANDELA PER LA SPERANZA

Accecati dai riflettori puntati sulle polemiche politiche, concentrati sui nostri bisogni, stiamo dimenticando il resto del mondo che solo l’interesse di tanti può salvare.

UNA CANDELA PER LA SPERANZA

PeaceReporter aderisce alla forma di protesta scelta dalle opposizioni al regime militare birmano.     

Il principale leader della protesta birmana, Htay Kywe, latitante da anni e considerato dal regime il ricercato numero uno, ha indetto una nuova iniziativa contro la Giunta militare: ciascun cittadino in qualsiasi parte del Paese, dovrà accendere una candela, ovunque si trovi, per esprimere il proprio dissenso contro il governo dei militari.                                  

PeaceReporter aderisce, e invita tutti ad aderire, alla forma di protesta contro la violenza e la repressione del regime birmano.  Angelo Miotto  Myanmar – 04.10.2007

b98cf449e07e081036b79060579fc5de.gifIo accendo la candela in questo piccolo spazio che sento mio, una flebile luce che testimoni la mia solidarietà con chi non ha neppure la libertà di comunicare con gli altri. 

UNA CANDELA PER LA SPERANZAultima modifica: 2007-10-06T19:15:00+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “UNA CANDELA PER LA SPERANZA

  1. L’anima non avrebbe arcobaleno se
    gli occhi non avessero lacrime. (JOHN GHENCY)
    Un pensiero volante per augurarti un sereno fine settimana.
    Ciao da Giuseppe.

  2. Aderisco e mi unisco a te in questa protesta ( che però devo dire che non è stata molto pubblicizzata)
    Ciao Anna buona domencia da Gabry

  3. Ciao Anna è un piacere rincontrarti, con l’aggiornamento di virgilio avevo perso il tuo contatto , ripasserò a leggere gli altri tuoi post e intanto mi associo nell’iniziativa.Paola

  4. Bella iniziativa ti “rubo” la candela e domani la metto in vista,ciao,Giorgio.
    P.S.:collegandomi a kalaritana sono stato attaccato da un dialer

I commenti sono chiusi.