Per me gli si è fritto il cervello!

Era tempo che “el Senatùr” non era così in forma, così propenso ad aprir bocca e darle fiato, così pronto all’immagine ieratica da guascone pien di “rosso” fino alle orecchie. L’ictus aveva smorzato i suoi toni da mercati generali, precedentemente assorbiti dall’aura opportunistica del suo principale alleato di governo, ma “il lupo perde neuroni, ma non il vizio” di dire frasi roboanti e ad effetto, tanto è vero che, probabilmente in connessione con il fatto che la lesione neurologica, e l’età da intervento alla prostata, hanno ammosciato la sua arma di gioventù, ora ricorre ad una protesi, i fucili, per infiammare alla rivolta il “popolo” della bassa padana. I lombardi sono bravi e buoni, “i lombardi il fucile non l’hanno mai tirato fuori, ma c’è sempre la prima volta”, dice, dimenticando che questi toni potrebbero essere considerati un’istigazione al terrorismo, ma di questo non se ne preoccupa, tanto nel mondo dei politici, affermazioni e successive smentite, frasi ad effetto e successive correzioni, sono di prassi. Poi ha fatto citazioni storiche dicendo che la gente del Nord ha creduto ..“stupidamente ai Cavour e ai Garibaldi, tutti stronzi.”! Olè!! Quello str.. di Cavour non si poteva fare i fatti suoi?!! E la mamma del Senatùr non poteva farsi monaca? Il bello di tutto questo è che ci sono persone che cavalcano l’onda senza ritegno, mandando avanti un gruppo di gente sguaiata e rozza, nell’ esteriorità e nel linguaggio,  al fine di conquistare una base elettorale di livello conforme, da manovrare a dovere e poi buttare via quando diventata inutile. Tra tanti voglio mettere anche i mezzi di comunicazione,  nessuno dei quali ha sottolineato la stupidità della crociata per lo “sciopero fiscale”, infatti  le tasse per primi le pagano, anticipate, i lavoratori dipendenti, quelli a cui vengono direttamente tolte dalla busta paga. Impossibile aderire allo sciopero! Poi chi è lavoratore autonomo è, più di altri, soggetto al controllo, quindi sarebbe sotto al mirino più di prima. (Infatti l’Agenzia delle entrate è “temuta”).Naturalmente la cosa più ovvia per diminuire le tasse, cioè il taglio delle spese partendo dalle remunerazioni faraoniche di politici, amici dei politici, alleati di politici, clienti dei politici, giornali dei politici, figli (più o meno naturali e adottivi) dei politici, ex politici con pensioni d’oro, politici con pensione e stipendio per incarichi vari, di questo non se ne parla! Allora, vorrei dire al “caro Senatùr” ,  di far attenzione che i fucili evocati non vengano rivolti  proprio verso coloro che si prendono bellamente gioco di chi, intellettualmente onesto e culturalmente  adeguato, vede chiaramente la trama della manovra, e ne ha letteralmente le tasche piene di essere preso in giro.

Per me gli si è fritto il cervello!ultima modifica: 2007-08-26T18:45:40+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

20 pensieri su “Per me gli si è fritto il cervello!

  1. I nostri politici a parlare sono tutti bravi, ma poi vedi se si alzano da sopra alle loro poltrone dorate ……parlano sempre dei soldi che devono togliere a noi …. e loro sono sempre ben protetti nelle loro tasche…
    Un saluto Gabry

  2. giusto giusto per un salutino “augh” anna, come i pittori hanno i periodi del colore io ora ho quello diu essere indiano

  3. Sai, anche una mia cara amica usa da sempre “Chanel n°5”, ma a lei stà divinamente. E’ nata per quel profumo. Io invece amo cambiare. Certo, ci sono stati “amori folli”, ossia profumi comprati diversi volte e ancora amati, ma sono una curiosa di natura e appena esce un nuovo profumo fra le 3 marche che amo di più, corro a provarlo. A volte sono delusioni tremende
    ( Cavalli l’ultima ) A volte sorprese meravigliose. Ricordo un profumo che mi fu regato da un mio amico, che io mai forse avrei comprato eppure….tutti mi chiedevano che profumo fosse. Evidentemente stava bene addosso a me. Ma ora una curiosità, che profumo usi da sempre? Besos Ros

  4. Siamo ormai un’ Italietta affogata in un mare di indifferenza. Ormai ci possono fare di tutto che noi zitti e buoni, ci scateniamo solo per il derby…Null’altro ci tocca di più e ci fa incazzare. Nulla. Aumenta tutto, luce, gas, acqua, benzina e noi zitti. Gli stipendi dei nostri politici sono alle stelle e noi se li incontriamo per strada invece di un calcio nel sedere gli chiediamo l’autografo. Aumentano i libri a sproposito, le tasse, i pomodori e la cicoria e noi zitti. Dove andremo a finire cara Anna? Non se ne può più davvero, ci mancava il “Senatore” in mezzo a questo teatrino…Ros

  5. eh eh … anch’io speravo che l’ictus lo avrebbe definitivamente almeno “rallentato” ma ancora una volta mi accorgo che non c’è limite all’idiozia umana 🙁
    Sono perfettamente d’accordo con te!
    Ma aggiungerei una postilla 🙂
    personalmente non sono preoccupato più di tanto dai loro stipendi e pensioni faraonici (anche se per equità dovrebbero almeno abbassare la mira) sono ancor più arrabbiato per la loro inettitudine, ignoranza e incapacità che li porta a prendere decisioni spesso palesemente errate le cui conseguenze dobbiamo pagarele tutti noi a caro prezzo.
    Secondo me, se i nostri amministratori, locali e nazionali, fossero competenti, preparati e anche moralmente giusti, sarebbe quasi doveroso pagarli profumatamente.
    Quando però commettono un errore lo paghino di tasca loro!
    In fin dei conti vale la stessa regola per ogni lavoratore… se una commessa sbaglia a dare un resto e a fine giornata mancano 10 euro in cassa ce li mette lei… ecco con queste condizioni voglio proprio vedere quanti “Mastella” ci sarebbero in parlamento 🙂
    Salutoni

  6. Ti ringrazio per la tua visita nel mio blog.

    Giovani e adulti è ora che si schierino per cercar di arginare quella che sta divenendo sempre più un’emorragia dilagante: l’arroganza dei politici (per dirla alla Santoro), e le loro “Sparate” assurde (per dirla alla Bossi).
    Condividendo il pensiero di una prof. disincantata ed ironica,
    Saluti da Giulio…studente disincantato ed ironico ma con tanta voglia di dire la Sua…
    A presto!!!

  7. riferirò al falketto, personalmente penso peno che gli uomini come i canoi quando una donna gli parla pensino ma di dove arriva sta qua?

  8. oramai ai politici credono solo gli imbesuiti che vanno ai raduni, del resto spesso è un sistema per trovar lavoro….da queste parti c’è tutta una serie di architetti ciellini che hanno ricevuto un incarico a tempo determinato 7 anni fa e adesso (contrari al precariato) riescono a farsi assumere in pianta stabile……..

  9. Ho visto l’album 😉 ma….sono tutti tuoi? Che tenerissimi, amo molto i cani e i gatti. Non ho preferenze io…li amo entrambi. Ho visto Gas, Lily, Didi, Sura…belli davvero.Coem si fa a non amarli? Sai non sapevo che avessi un secondo blog….mi dai il link? Abbraccio Ros

  10. Commare’, eccoti qui…finalmente! La tua rabbia, è la rabbia di tante persone che assistono ogni giorno impotenti, ad abusi di ogni genere. primo tra tutti: la parola. Che te devo di’ commare’….
    come diceva un grande “Prima di parlare assicurati che quello che stai per dire, sia migliore del tuo silenzio”…Un bacione. Patty

  11. Diceva un grande…”Prima di parlare assicurati che quello che stai per dire, sia migliore del tuo silenzio”….Che te devo di’ commare’…non ho parole! Anzi, una ce l’avrei….
    Bacioni. Patty

  12. Non sono impazzita, è che il primo commento non me lo faceva visualizzare e credevo non fosse arrivato….A presto.

  13. ti invidio..
    ti invidio perchè riesci a vivere la politica ancora con passione…
    a me invece il senso di impotenza mi sta logorando!!!!

I commenti sono chiusi.