“Il canto del corvo II”

" Quanti sono i tuoi giorni? Li ho contati:
Pochi e brevi, ognuno grave di affanni;
Dell'ansia della notte inevitabile,
Quando fra te e te nulla pone riparo;
Del timore dell'aurora seguente,
Dell'attesa di me che ti attendo,
Di me che (vano, vano fuggire!)
Ti seguirò ai confini del mondo,
Cavalcando sul tuo cavallo,
Macchiando il ponte della tua nave
Con la mia piccola ombra nera,
Sedendo a mensa dove tu siedi,
Ospite certo di ogni tuo rifugio,
Compagno certo di ogni tuo riposo.

Fin che si compia ciò che fu detto,
Fino a che la tua forza si sciolga,
Fino a che tu pure finisca
Non con un urto, ma con un silenzio,
Come a novembre gli alberi si spogliano,
Come si trova fermo un orologio".

Primo Levi, (22/08/1953)

Non so perché, ma  in questi giorni, il constatare nuovamente l'incapacità degli uomini di vivere fianco a fianco senza pretese di supremazia, senza dominatori e dominati, senza padroni e servi, senza buoni e cattivi mi ha portato tra le mani le poesie di Primo Levi.
Rileggevo questi versi,  abbandonandomi ai sentimenti che ne nascono, quando la mia mente è scivolata verso quei percorsi intricati che, mescolano ricordi con ricordi, formano di presente, passato e futuro un solo groviglio inestricabile, da cui generalmente nasce un "filosofeggiare" sui temi dell'esistenza.
Quanti sono i nostri giorni? Troppi per combinare guai, tropo pochi per amare ed ancor meno per insegnare ad amare.

“Il canto del corvo II”ultima modifica: 2006-07-16T20:30:02+00:00da serenity48
Reposta per primo quest’articolo

50 pensieri su ““Il canto del corvo II”

  1. Gran bel post Serenity,l’ho letto d’un fiato,bella la poesia di Primo Levi che amo tanto,ancor oggi dopo anni,se mi chiedi il libro che più ho amato ti rispondo “Se questo è un uomo”…e in casa,appena si entra ho una sua poesia in carta pergamena…”v oi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case….”Un abbraccio Rosanna

  2. mi hai stupito! ha centrato in pieno! io e mio padre ci amiamo, ovviamente… ma il nostro amore ce lo nascondiamo.. o forse ce lo dimostriamo tenendoci in disparte.. non so spiegarti.. io non riesco a chiamarlo all’ imporvviso, o così, tanto per parlargli.. non saprei che dirgli, non gli racconto mai nulla di me.. non c’è una confidenza tale da potermi lasciare andare. queste sembrano più cose da fare con una mamma.. e così, quando mi chiama inaspettatament e, mi sale il magone, perchè vorrei potergli dire di più, dirgli tutto, ma.. non ci riesco. però sono felice qnd mi chiama inaspettatament e, perchè lo fa sempre nei momenti opportuni, senza saperlo! 🙂 ciao Anna, grazie per il tuo consiglio, proverò a seguirlo.

  3. Si carissima,metaf ora della vita,che semplice non è davero per nessuno…l’im magine mi piaceva,ha un fondo di luce, è un sentiero scosceso…non semplice e dritto,con dei punti di luce e altri oscurati…come la vita appunto 🙂 Ros con un sorriso di buona serata

  4. niente ancora, nessuna mail, e quel tizio che hai visto chissà chi diavolo è dato che io non ho nessuna foto, se vuoi però puoi postare sul blog, è lo sesso per tè? altrimenti fammi sapere

  5. Ciao Anna come stai?
    è molto che non ci scriviamo , spero tu stia bene. io me la cavicchio ma il caldo mi uccide.
    Finita la scuola? iniziate ferie pensione? io ancora al lavoro . A roma in questo periodo ci si squaglia
    Un abbraccio affettuoso
    Andrea

  6. si l’avevo capito! Ma che scrivo su queste cose è da ormai molti anni. La storia, quella vera non quella dell battaglie, è una mia passione. Avevo inizato la tesi di laurea con Zaninelli sulla nascita della Camera del Lavoro a Bergamo, poi la mancanza di documenti ed altri problemi mi hanno fatto abbandorare il progetto, ma allroa Zaninelli mi aveva chiesto se volevo diventare suo assistente.

  7. non posso rassicurarti perchè anche io ne sono stato scottato. Belle le piante grasse, ance se io preferisco le “normali” ti allegere una foto fatta dia alucuen paiante con cocnetta come esmepio di misura. aspetta qualcuna le trovi sul muio fotoalbum: http://www.info centergg.com/fot oalbum/

  8. Mi piace la tua descrizione incisiva dell’Ingegnere , condivido: solo quello che è scritto sul manuale è vero, il resto non esiste.
    Ho appena finito un articoli sull’indulto esce domani. che pasticciata! è una performance alla firma Mastella, è detto tutto.
    per le foto corro a vederle.

  9. Esagerata… ma dai… i servizi sgreti sono … (zitto). le vere racole vengono da finazieri da strapazzo che, magari con l’appoggio politico, fanno buchi immensi, ma se dovessero essere scoperti veramente fanno cadere nel buc anche illustrissimi personaggi.

  10. Ciao, ho letto il tuo commento da cricio….e mi ha incuriosita l’idea di fare un’insalata blu. Quando si aggiunge il blu di metilene…al lavaggio…o al condimento? e quanto ne va? Un salutone. Amarantacuriosa .

  11. Credo che siano da una parte posizioni preconcette, dall’altra il lavoro nero costa meno e mantiene le entrate in nero. è un bilancio preciso, se faccio del lavoro in nero non posso avere costi in chiaro oltre una certa soglia. Non escluderei che le organizzazioni che ci sguazzano sul lavoro nero non vedano di buon occhio le regolarizzazion i, ne la possibilità di avere entrate congrue senza costi per l’immigrato se non il viaggio. è un poco come per le licenze che costano poco quando le prendi “nuove”, ma va a comprarle e vedi cosa le pagi (ex licenze di commercio, tassisti, farmacisti…)

  12. Ciao Anna,
    come va? grazie del commento. Sai in quel post si parladi una persona speciale molto speciale. Di una persona che quella stronza della mia ex ( scusami per la brutta parola ma solo cosi puoi renderti conto di che viscidume era) ha sempre considerato la mia amante o giu di li. Conoscevo a quel tempo una ragazza con un nome uguale a quest’angelo che non cè piu e lei , la stronza di cui sopra entrando come dice lei per caso nella mia posta vide email giunte dalla omonima ma non da lei. All’epoca non eravamo insieme io e la mia ex ( peraltro insegnante insomma se insegna come vive).
    Lei , questa ragazza scomparsa mi ha insegna to che non sempre lasciarsi significa perdersi. Lei cè in forma diversa ma cè.
    Un saluto e un abbraccio
    Andrea

  13. siiii il problema solo mamani blu, lafaccia blu ecc. quanti prodotti che costano pocissino risovolno in piccoli problemi, tanti, ma le case farmaceutiche non son d’accordo: vedi il chinino che è dimenticato perchè non è venduto dalla farmacie

  14. Carissima, devi sapere, se già non te l’ho comunicato prima, che io ed computer ci diamo del LEI se siamo costretti, altrimenti preferiamo IGNORARCI A VICENDA. Comunque sono riuscito a vedere il disegnino con i micetti. Molto carino. Ora vorrei farlo mio… facile a dirsi… i veri problemi vengono per farlo. Comunque non credere che mi arrenda così facilmente… Grazie per il bel regalino che mi hai fatto e sprofondando nei più profondi ossequi t’invio centinaia, migliaia, milioni di slappate da parte del mio invadente Amico. Un bacio ed a presto.

  15. Ciao Anna,
    come va ? spero bene. Tra un pochino si andrò qualche giorno in ferie a riposare . piu che altro voglio riposare la testa perchè da aprile a oggi ho macinato lavoro e sono molto stanco. Non credo troverò li “molti ” amici , da quando ho ripreso un pochino e mi sento meglio ho stabilito anche un po di contatti con persone eccezionali che anche se non sono fisicamente con me ci sentiamo telefoniamo ecc e questo per me è importante. Poi come ho detto a patty (divinapatty) che ho visto è in contatto con te io ….. beh insomma anche se ufficiosamente ora non sono poi cosi ehm diciamo…….. maipiusolo.
    Un caro saluto e torna è?
    Pensa che la mia ex avrebbe avuto da ridire per il post lasciato alla ragazza che ora non cè piu mentre chi ora mi rende………. ..maipiusolo ha gradito molto la cosa.
    A presto Anna non dimentico come mi sei stata vicina nei miei momenti di malattia te e altre meravigliose persone di questo posto.

  16. ma la ragazza è in gamba e non ha bisogno di aiuto, e se ne ha bisisogno, le basta uno sbattito di cilia e tutti sono lì per lei. No scherzo; è che ho voluto mettere in evidenza la dedizione e la capacità di incidere. Si tratta di “ragazze ” per modo di dire, chiamiamole donne che è piuù giusto. Una è una esperta di comunicazione, l’altra, all’epoca, era caporedattrice di una eciclopedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*